Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









comune di Cassino

Il Comune di Cassino in piazza De Gasperi

0

Il Comune dimentica la firma: niente servizio civile per i ragazzi

Cassino

Il Comune dimentica la firma e i ragazzi restano fuori dal servizio civile. Inevitabilmente il sindaco Petrarcone finisce sotto accusa.

A lanciare il sasso contro l'inefficienza dell'amministrazione è Gianrico Langiano, coordinatore di Forza Italia Giovani Cassino che ricostruisce l'intera vicenda:"Pochi giorni fa la Regione Lazio ha approvato i progetti del Servizio Civile Nazionale, l'istituto del governo che garantisce ai ragazzi disoccupati fino a 28 anni un'indennità annua di oltre 5000 € in cambio del servizio reso agli enti accreditati che ne facciano richiesta. Tra le varie proposte presentate spicca quella del comune di Cassino, accreditato per ben 50 posti anche se il progetto "Nei Centri Amichevoli" presentato dall’amministrazione Petrarcone richiedeva il finanziamento solo per 16 posti. Un progetto ad altissima importanza sociale, visto l’alto tasso di disoccupazione giovanile del nostro territorio, che avrebbe dato la possibilità a molti ragazzi, motivati e volenterosi, di avere la loro prima esperienza lavorativa e di impegnarsi per la propria città. Un'opportunità per i nostri giovani privi di occupazione di mettere le proprie capacità a servizio della macchina amministrativa e soprattutto della collettività. Il Servizio Civile da anni è strumento privilegiato del governo che consente ai ragazzi non solo di arricchire il proprio bagaglio di conoscenze con un'esperienza qualificante, ma anche di acquisire competenze da spendere nel corso della loro vita professionale e, negli enti con bilanci sani, di vivere una vera e propria opportunità di lavoro.

Ma per i numerosi giovani disoccupati di Cassino, e per le loro famiglie, tutto ciò purtroppo rimarrà solo un bel sogno, perché il Sindaco Petrarcone ha dimenticato di firmare. Infatti la "Mancata sottoscrizione digitale del progetto da parte del responsabile legale dell’ente…", come si legge nell'atto regionale di approvazione della graduatoria dei progetti, ha obbligato la commissione a respingere la proposta del nostro comune. Questa grave negligenza amministrativa testimonia, come se non fosse ancora abbastanza, l'estrema superficialità con cui la giunta Petrarcone gestisce le politiche giovanili. Questo non è il primo progetto che Cassino si è vista negare, e sempre per futili motivi, mi auguro almeno che sia l'ultimo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400