Il Comitato Regionale del Lazio ha pubblicato le graduatorie di ripescaggio nei campionati di Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria. Chiusa la porta principale, sono poche le rappresentanti provinciali ad avere concrete possibilità di accedere a una serie maggiore attraverso l’ingresso secondario, ma a garantire il grande salto potrebbe essere non la vacanza di posti, ma di un titolo disponibile. Fino a sabato 25 giugno, infatti, sarà aperta la finestra per cambiare denominazione e trasferire la sede di una società da un Comune a un altro confinante, anche di province o regioni diverse, o per creare una nuova realtà sportiva con la fusione di due o più sodalizi appartenenti a città limitrofe e affiliati alla Figc da almeno due stagioni. Salvo sorprese, di seguito la situazione-ripescaggi nei vari campionati, ai quali le papabili potranno iscriversi con riserva dal 6 luglio e ci sarà tempo fino al 13 per l’Eccellenza e la Promozione, e fino al 22 per tutti gli altri livelli calcistici regionali. Tutto dipenderà da chi continuerà a portare avanti o meno il proprio progetto nel panorama calcistico regionale: il condizionale è d’obbligo, almeno fino al prossimo mese.

Eccellenza

Nessuna conterranea è presente tra le nove squadre ammesse a concorrere all’iscrizione nella massima serie regionale in caso di posti vacanti e l’orgoglio ciociaro sarà difeso, come nell’ultima stagione, da Arce, Cassino, Monte San Giovanni Campano, Morolo e Roccasecca, tra le venticinque squadre non retrocesse, alle quali si sommano le quattro scese dalla Serie D e le altrettante che arrivano dalla Promozione: in tutto, quindi, sono trentatré le aventi diritto, e a meno che non sfruttino l’occasione, possono ritenersi in Eccellenza anche le prime tre in graduatoria di ripescaggio, ovvero Lepanto (vincitrice della Coppa Italia di Promozione), il Real Monterotondo e il Racing Club (prima e seconda dei Playoff di Promozione). Sarebbero tagliate fuori dal giro delle trentasei le società dal quarto al nono posto dell’apposita classifica: Monterotondo Calcio (la migliore perdente dei Playout d’Eccellenza), Montespaccato (terza dei Playoff di Promozione), Colosseum Roma (quarta dei Playoff Promozione), il Città di Minturnomarina (la seconda miglior perdente dei Playout d’Eccellenza), il Montefiascone e il Nettuno (le migliori retrocesse dall’Eccellenza).

Promozione

Sono settantadue le squadre che parteciperanno ai quattro gironi del terzo livello dilettantistico e se ne conoscono già sessantotto, quelle che potranno perfezionare normalmente l’iscrizione dal primo al secondo mercoledì di luglio. A queste, però, andrebbero tolte le tre probabili ripescate dalla Promozione all’Eccellenza, e quindi i posti aumenterebbero dai quattro già disponibili a sette: le compagini pronte per il decollo sono Vicovaro (vincitrice Coppa Lazio di Prima Categoria), Play Eur, Salto Cicolano, Capranica e Casalotti (quattro migliori seconde), Velletri (migliore perdente dei Playout di Promozione) e Atletico Morena (quinta miglior seconda). Resterebbe fuori di poco la cassinate Real Theodicea (ottava miglior seconda), che davanti ha Tivoli 1919 e Sporting Vodice, pronte a salire eventualmente sul carro della Promozione, ma ovviamente la speranza è l’ultima a morire. A non avere troppe chance, al contrario, è lo Scalambra Serrone, appaiato al ventesimo posto come settima migliore terza. Salvo cataclismi o sorprese dell’ultima ora, le sicure partecipanti frusinati alla Promozione 2016/17 saranno sei: Alatri, Arpino, Città di Anagni, Insieme Ausonia, Real Cassino Terra Lavoro e Tecchiena Techna.

Prima Categoria

Nove gironi da sedici squadre, dunque 144 squadre nel quarto livello della Lnd Lazio e tutte le caselle sono per il momento riempite da chi ha portato a casa la permanenza nella categoria, da chi ha vinto il campionato nei gironi di Seconda Categoria e da chi è retrocesso dalla Promozio ne, ma come detto, potrebbero saltare verso il piano più alto almeno sei squadre di Prima Categoria e il loro posto potrebbe essere preso da Virtus Acquapendente, Time Sport Roma Garbatella, Cle.m.bo.fa.l., Mistral, Colle Oppio e Cantalupo. Dovrebbero esserci almeno altri sette spazi liberi per vedere ripescata la prima rappresentante in graduatoria della Provincia, il Chiaiamari, ma i monticiani confidano nel “mai dire mai”. Scartando le squadre che hanno goduto dello stesso beneficio lo scorso anno, troviamo molto più in basso la Nuova San Bartolomeo (diciannovesima), lo Sport Village Guarcino (ventinovesimo) e la Virtus Tecchiena (trentottesima).

Seconda Categoria

Alla luce dei calcoli appena fatti in relazione agli altri campionati, potrebbero già ritenersi praticamente ripescate dalla Terza Categoria tre squadre: indubbiamente lo Sterparo, la vincitrice della Coppa Provincia di Frosinone; un posto dovrebbe esserci anche per lo Sporting Broccostella, classificatasi penultima durante la scorsa stagione in Seconda; infine, sarà quasi sicuramente accontentato anche l’Atletico Castelliri a mo’ di premio di consolazione dopo la sconfitta contro gli arnaresi nella finale della Coppa provinciale. Per la prossima stagione non è escluso che vengano ripescate anche altre società affiliate dallo scorso anno, anche se non inserite nell’apposita graduatoria: il Comitato Regionale Lazio accetterà le loro iscrizioni con riserva e assegnerà i potenziali posti rimasti scoperti ai sodalizi più meritevoli.