Si svolgerà domani, con inizio fissato alle ore 16 nella Chiesa di San Martino, la tradizionale rassegna di canti mariani organizzata dal gruppo corale "Vallecorsa" diretto dal maestro Gaspare Ernesto Giuliani. La rassegna celebra la ricorrenza del 605° anniversario dell'apparizione della sacra effige della Madonna della Sanità, che la tradizione fa risalire al 18 aprile 1412. Si racconta che quel giorno, verso mezzogiorno, una donna del paese sentì un boato proveniente dalla Chiesa di San Martino. Corse subito in chiesa per rendersi conto dell'accaduto e vide su una parete un affresco raffigurante la Madonna con il Bambino. Probabilmente era caduta la tinteggiatura di calce con cui era stata coperta l'immagine, ma il fatto richiamò subito in paese tanti fedeli da tutta la valle. Un culto antico che riecheggia solennemente a Vallecorsa e nei centri limitrofi. Dopo la rassegna ci sarà la Santa Messa concelebrata da don Sergio Reali, responsabile della Vicaria di Ceprano, e da monsignor Elvidio Nardoni, rettore emerito del Santuario della Madonna della Sanità. Un'agape conviviale concluderà la serata.