Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Colpo di scena durante il consiglioIl bilancio slitta a settembre

Il Comune di Fiuggi

0

Alioska Baccarini "Al comune arriva la Corte dei Conti"

Fiuggi

«Radiografia di un fallimento», dopo il deferimento da parte della Corte dei Conti il consigliere comunale della lista “Rivoluzioniamo Fiuggi” Alioska Baccarini contesta a tutto campo l’operato della giunta Martini. «Il comune di Fiuggi ha ricevuto un nuovo deferimento dalla Corte dei Conti e non è il primo.

La diffida è pervenuta all'ente il 23 dicembre e la notizia è rimasta celata. Ora il sindaco dovrà fornire risposta ad una serie di osservazioni che sono state formulate dalla Corte nel corso dell'udienza tenutasi martedì». «Attendiamo - prosegue Baccarini - la pubblicazione della relativa delibera della magistratura contabile per chiedere la convocazione del consiglio comunale, considerato che nell'ordinanza si sottolinea la grave situazione di cassa, più volte denunciata e più volte rimarcata anche dal Revisore dei conti del Comune. Siamo stati fin troppo facili profeti. Questo deferimento riguarda e riprende difatti una miriade di criticità finanziarie e soluzioni gestionali inadeguate, già giudicate insufficienti e inadatte a soddisfare anche le precedenti richieste del medesimo organo contabile con deliberazione n. 276/2013. Le problematiche rilevate potrebbero stravolgere il documento unico di programmazione approvato nel consiglio comunale del 31 dicembre. Terremo ancora di più i riflettori puntati sul comune di Fiuggi: nel giro di pochi giorni la Corte dei Conti analizzerà accuratamente le risposte dell'ente e pubblicherà la delibera, che, ribadisco, avremo modo di discutere in Consiglio Comunale, perché riteniamo opportuno e politicamente etico che questa volta chi alzerà la mano, dovrà definitivamente assumersi la propria personale, e convinta “fetta”, di responsabilità». 
«La mia preoccupazione - conclude - è che per colpa della politica di Fabrizio Martini e della sua “silente” maggioranza, non ci limiteremo a prendere atto “soltanto” dei licenziamenti alle Terme, imbottigliamento e Convention Bureau, della chiusura dell’Anticolana, delle costosissime linee di produzione del Pet ridicole e non funzionanti, delle operazioni di Marketing e pubblicitarie inutili e a dir poco dannose, visti anche i risultati, degli elevatissimi costi dirigenziali. Dovremo purtroppo prendere atto dell’impossibilità, ormai conclamata, di ripristinare il canone Atf a favore del Comune di Fiuggi con conseguenze drastiche sul bilancio 2016; ulteriore riduzione di spese su servizi sociali, mense scolastiche e scuolabus, viabilità e turismo. D'altra parte, Martini, oramai in delirio politico da campagna elettorale perenne, ci dice a mezzo stampa che il 2016 sarà l’anno della svolta, presentando uno scenario futuro che è soltanto il solito coacervo di proponimenti, un pullulare di improbabili e impraticabili ricette personali. Inutile dire che oramai in città nessuno crede più alle promesse del primo cittadino! La realtà è sotto gli occhi di tutti: purtroppo mai fino ad ora Fiuggi ha vissuto momenti così drammatici e inconcludenti. Occorre intervenire senza più esitazioni e porvi definitivo rimedio: Fabrizio Martini a casa!».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400