Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Città cardioprotetta: donato defibrillatore alla scuola
0

Città cardioprotetta: donato defibrillatore alla scuola

Fiuggi

La cittadina termale diventa sempre più una città cardioprotetta. Dopo la donazione di un defibrillatore alle società sportive, ad opera dell’associazione Avis, questa volta scende in campo “La Pubblica Assistenza Calcutta”, che da anni è in prima linea per quanto concerne la prevenzione cardiaca, donando un defibrillatore alla scuola primaria sita in via Val Madonna.

Alla cerimonia di consegna erano presente l’assessore Martina Innocenzi, l’assessore Marco Fiorini, la dirigente scolastica Augusta Colandrea, Tamis Basile, Massimo Tucciarelli e la Sevi presidente dell’Assistenza Calcutta Onlus. «Il Progetto Fiuggi città cardio protetta sta riscuotendo da ogni parte sempre più consensi e si avvia a prendere il largo», sono state queste le parole espresse dalla dottoressa Michela Sevi responsabile dell’Assistenza Calcutta Onlus.

«Grazie al grande contributo elargito da parte di tutti i commercianti, albergatori e dei cittadini di Fiuggi siamo giunti a fare questo meraviglioso regalo natalizio al plesso scolastico, struttura questa che ospita i bambini i quali rappresentano il nostro futuro. Il progetto, da noi accuratamente studiato, secondo le necessità, prevede la  collocazione del defibrillatore all’interno della struttura scolastica, ma nei mesi a seguire ulteriori defibrillatori saranno installati all’interno delle aree cittadine che presentano una più alta percentuale di presenza di persone: come ad esempio Piazza Trento e Trieste, Piazza Spada e zone limitrofe. Il nostro progetto è orientato a far crescere i bambini in  tranquillità e sicurezza». «Questa è una giornata da annoverare tra le più importanti, si dà il via ad un progetto da sempre condiviso dall’intera amministrazione comunale. Non solo creare una città cardio protetta, ma anche creare una sorta di struttura della salute e della sicurezza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400