Si tratta delle abitazioni di proprietà comunali, in totale 36 appartamenti, dove si sta verificando la legittimità delle assegnazioni e predisponendo gli atti per regolarizzare i canoni di locazione dovuti al Comune e, in alcuni casi, mai versati. Dopo una ricognizione che ha permesso di valutare ogni caso singolo, sono state emesse due ordinanze di sgombero per lberare altrettante case, non occupate legittimamente, e assegnarle a chi ne ha diritto. All'inizio del nuovo anno dovrebbero essere stipulati i contratti. Contemporaneamente, l'amministrazione comunale ha sollecitato l'Ater a monitorare la situazione per quanto riguarda gli alloggi di sua proprietà, sempre in località Tofe Pistone. Anche in questo caso si sta definendo la regolarità delle assegnazioni e nei giorni scorsi è stato eseguito un primo sfratto esecutivo. L'appartamento liberato è stato già assegnato ad una famiglia avente diritto in base alla graduatoria.
<L'obiettivo dell'amministrazione comunale - spiega il sindaco Fausto Bassetta - è quello di mettere ordine nelle occupazioni degli alloggi popolari a tutela di chi ha diritto alla casa>.