Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Class action contro la Ztl,  l’apparecchiatura ha funzionato a metà

Piazza Cavour una delle aree interessate dalla ztl, sotto il varco all’ingresso del centro storico

0

Class action contro la Ztl, l’apparecchiatura ha funzionato a metà

Anagni

Multe al varco della Zona a Traffico Limitato, si prepara la class action. Che i cittadini non intendessero farla passare liscia al Comune era nell’aria, ma che ci si stesse organizzando ancor prima della fine di agosto fa comprendere quanto l’argomento stia a cuore agli automobilisti anagnini. Nei giorni scorsi tra i numerosi automobilisti agguerriti recatisi presso il Comando della Polizia Locale nell’edificio dell’ex Tribunale, si notavano i protagonisti delle proteste più eclatanti, in particolare Daniele Natalia capo dell’opposizione consiliare e Valeriano Tasca leader di Casapound.

La visita era finalizzata soprattutto a “saggiare il terreno”, l’arena in cui, probabilmente, si combatterà una contesa ben più aspra del recente Palio all’Anello. I portavoce della PL cercavano di convincere della bontà del loro operato, utilizzando il consueto “dura lex, sed lex”, ma la difesa del marchingegno elettronico il cui funzionamento lascia a desiderare, aveva appunto il sapore di una debole difesa d’ufficio.

L’apparecchiatura installata nei pressi di Porta Santa Maria, all’ingresso dell’ospedale di cui utilizzerebbe (!) l’energia elettrica, funziona a singhiozzo, e sono innumerevoli le foto ed i filmati pubblicati sul web che la condannano.

Naturalmente il discorso torna sulla opportunità di aver investito una somma considerevole (circa 30mila euro) per un tipo di servizio del quale ben pochi avvertivano la necessità. Torna in discussione quindi il “nuovo corso” della politica anagnina, con le decisioni riguardo ad ogni argomento, assunte nella stanza dei bottoni in assenza di confronto e dialogo.

Il sindaco Fausto Bassetta sembra non rendersi conto del deficit di comunicazione che lo allontana dai suoi oltre 7mila elettori. Capitolo a parte, la considerazione verso i suoi sostenitori consiliari, che appaiono all’esterno come soggetti alla mordacchia. Non c’è tema o argomento che non veda critici molti di loro, che però in maniera assurda e difficile da giustificare, tacciono mortificando prima di tutto sé stessi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400