In tempo reale si potranno controllare le zone più sensibili della città e tenere sotto controllo i movimenti di persone e veicoli per una maggiore sicurezza e per la prevenzione di comportamenti scorretti. Le telecamere sono fisse e orientabili a seconda delle esigenze e sono posizionate in via San Giorgetto, nei pressi del presidio sanitario di via Onorato Capo, in piazza Innocenzo III, in piazza Cavour, nel Parco della Rimembranza, in piazza Giovanni Paolo II, in via Regina Margherita, nel parco “Lionello Pesoli”,  a Porta Cerere, a Largo Zegretti, al cimitero e in via San Paolo. Il Comune di Anagni, attraverso l'Ufficio Ced, ha anche realizzato un nuovo progetto per la videosorveglianza che riguarderà la stazione ferroviaria, Osteria della Fontana e la zona del casello autostradale dove a breve verranno attivate altre telecamere. Tutti i dispositivi sono tecnologicamente avanzati e ad alta soluzione. Il controllo di quanto ripreso e registrato è affidato alla Polizia Locale e un collegamento è stato effettuato anche con il Comando dei Carabinieri. "Controllare con le telecamere il territorio - dice il sindaco Fausto Bassetta - vuol dire avere più sicurezza e prevenire e punire atti di vandalismo, furti, abbandono di rifiuti e quant'altro. L'amministrazione comunale ha voluto riattivare il servizio, ma anche potenziarlo e migliorarlo dal punto di vista tecnologico perchè la sicurezza è un'esigenza prioritaria".