Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Petardo esploso durante una gara di Prima Categoria: la Società dirama un comunicato

Un’immagine della curva dei tifosi della Città di Anagni

0

Petardo esploso durante una gara di Prima Categoria: la Società dirama un comunicato

Anagni

A seguito degli avvenimenti di ieri nella partita di Prima Categoria tra Casalvieri e Città di Anagni, la società Anagni Calcio dirama un comunicato per far luce sull'accaduto e soprattutto per manifestare la propria solidarietà ai due calciatori rimasti feriti.

Secondo quanto si legge nel comunicato, che di seguito riportiamo per intero, il petardo sarebbe stato esploso solo per festeggiare la rete del vantaggio anagnino e non per creare disagio. Le intenzioni insomma non erano quelle di arrecare alcun danno, ma purtroppo così è stato, anche se fortunatamente i due ragazzi, Prospitti e De Luca, rimasti storditi in un primo momento, non hanno riportato alcuna grave conseguenza.

Al momento della sospensione, la gara era ferma sul punteggio di 2 a 1 a favore proprio degli anagnini, che ora aspettano la decisione degli organi competenti in merito.

Il comunicato

“Tramite un nostro dirigente, la società ha provveduto, anche nella giornata odierna, a sincerarsi sulle reali condizioni dei due ragazzi, i quali, fortunatamente non hanno riportato nessuna conseguenza e di questo siamo più sollevati. Per completezza di informazione, va specificato che lo scoppio è avvenuto in occasione del secondo gol dell’Anagni ed è bene chiarire che il petardo è stato acceso esclusivamente per festeggiare la rete anagnina e non per creare volontario disagio.

Il petardo è stato acceso e fatto scoppiare nei pressi della tribuna ospite e giammai sul rettangolo di gioco, come qualche articolo di giornale maldestramente possa far intendere. L’intenzione chiaramente, non era quella di arrecare danno ad alcuno! L’arbitro, Sig. Capone di Cassino, non è riuscito a far riprendere la gara a causa della manifesta volontà dei calciatori e dei dirigenti del Casalvieri, i quali non intendevano proseguire l’incontro, adducendo preoccupazione di poca sicurezza.

Non si vuole entrare in merito della decisione assunta dal Casalvieri di abbandonare il campo, ma pensiamo che lo sport debba sempre trionfare in queste occasioni. Non vorremmo che ci fosse stata in qualche misura della malizia nell’abbandonare il terreno di gioco, proprio quando l’Anagni è passato in vantaggio. La società, i calciatori e lo staff tecnico, esprimono dispiacere per questo increscioso episodio che sposta l’obiettivo su altre situazioni diverse da quelle calcistiche, in considerazione anche della bella gara a cui il pubblico stava assistendo.

L’asd Città di Anagni con grande sacrifici ed enormi sforzi, sta cercando di riportare il calcio in categorie che più corrispondono al blasone della città  e tali episodi non vorremmo macchiassero quanto di buono stanno facendo sul campo i nostri ragazzi. Nel frattempo, restiamo fiduciosi delle decisioni che prenderanno gli organi competenti in merito alla sospensione della gara,che ci vedeva in vantaggio di due reti a una”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400