Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Colpo di scena durante il consiglioIl bilancio slitta a settembre

Il Comune di Fiuggi

0

Sviluppo e sport: l'ente pensa ad Palazzetto indoor

Fiuggi

Il Bando promosso dal CONI relativo alla presentazione di proposte di intervento per il completamento di impianti sportivi offre alla città di Fiuggi una grande opportunità.

Quella di dotarsi finalmente  di un Palazzetto polifunzionale per attività indoor, una struttura in grado di convogliare  nella cittadina termale migliaia di presenze nel corso di tutto l’anno, eleggendola a Città dello Sport.  La legge a supporto del Bando,  la  n° 9 del 23 gennaio u.s, fondo “ Sport e Periferie”, dispone di un fondo  spesa complessivo di 100 milioni di euro per il triennio 2015-2017. Il Comune di Fiuggi dispone  già di uno studio di fattibilità per la realizzazione di un edificio sportivo polifunzionale  all’interno del Complesso Sportivo di Capo i Prati.  Lo studio risale al dicembre 2011 e fu redatto,  su incarico della giunta Martini dalla Soc. Coni Servizi Engineering&Consulting. Il progetto  di massima si configura come una grande area di gioco polifunzionale coperta di 2700 mq. Oltre ad un’area hospitality  di mq.450, una sala conferenze per 60 posti, una palestra, ed infine tutto il corredo di servizi accessori quali ristoro,  uffici, spogliatoi, servizi, locali tecnici e magazzini. L’area polifunzionale potrà ospitare 1 campo di calcio a 5 e trasformarsi in campo di handball, basket, tennis e volley. Si potrà suddividere l’intero spazio in tre distinte palestre di allenamento tramite un sistema di teli retrattili ancorati alle travi in legno lamellare che sosterranno la copertura del complesso. Ci saranno tribune per complessivi 3600 posti, tribune che all’occorrenza potranno sparire racchiudendosi in appositi spazi di alloggiamento. I costi di  realizzazione furono stimati all’epoca in circa 7 milioni di euro con il progetto  concepito per essere  eventualmente realizzato  in due stralci, rispettivamente da 4,5 e 2,5 milioni di euro .Una ghiotta occasione quindi, anche in funzione di una auspicabile assegnazione a Roma del Giochi Olimpici del 2024.  Un plauso speciale all’assessore allo sport e servizi sociali, Martina Innocenzi, che fin dall’insediamento nella giunta Martini, ha dimostrato quali e quante siano le potenzialità della cittadina termale nel collocarsi nell’importante segmento del turismo sportivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400