Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Salvare le vite: insieme Croce Rossa e Scuole
0

Salvare le vite: insieme Croce Rossa e Scuole

Anagni

Una iniziativa da dieci e lode, protagonista ancora una volta la sezione della Croce Rossa di Anagni. E questa volta in sinergia con le scuole della città. Obiettivo dare un primo segnale sul fronte formazione per l’uso del defibrillatore anche all’interno delle realtà scolastiche, luoghi che non possono non avere in ogni sito un defibrillatore e soprattutto personale che lo sappia utilizzare.

A chiarire su questa iniziativa sono stati gli stessi responsabili della sezione della Croce Rossa. «Martedì - ricordano - si è tenuto presso il Comitato di Frosinone, il corso per l'utilizzo del defibrillatore, per le insegnanti del Primo e Secondo circolo delle scuole di Anagni». Un progetto che è stato accolto con vero entusiasmo e grande voglia di partecipazione. «Le maestre, che hanno seguito il corso, erano molto motivate - ricordano dalla Croce Rossa - ad oggi, grazie a loro che si sono offerte di formarsi e grazie a tutte le persone che hanno contribuito all'acquisto dei due defibrillatori donati dalla Croce Rossa Italiana, sede di Anagni alle scuole anagnine, abbiamo una sicurezza in più per i nostri figli. Complimenti a tutte per l'impegno e la volontà dimostrata». Un primo passo è stato centrato. Questa iniziativa non può che considerarsi come un primo passo. Infatti nelle intenzioni dei vertici della sezione della locale Croce Rossa anagnina, c’è l’intendimento e obiettivo di consegnare un defibrillatore in ogni scuola cittadina, formando successivamente il personale che vive quotidianamente, secondo le rispettive funzioni, con i ragazzi. Avere personale preparato dinanzi ad una emergenza è essenziale e imprescindibile. Per le prime due scuole del Primo e Secondo circolo di Anagni ciò è stato fatto, ora si punterà a “coprire” le restanti scuole. Serviranno aiuti, ma come già fatto si può centrare l’obiettivo tutti insieme con la grande solidarietà dei cittadini e istituzioni pubbliche e private».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400