Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Albergatori in campo: chiesta la svolta per il rilancio. Appello del presidente dell'associazione

Bruno Della Morte

0

Albergatori in campo: chiesta la svolta per il rilancio. Appello del presidente dell'associazione

Fiuggi

«Creare un tavolo tecnico che veda coinvolta in primis l’amministrazione comunale, gli albergatori e gli esercenti per ridisegnare una mappatura in grado di risollevare tutte le categorie economiche della città», sono queste le parole espresse da Bruno della Morte presidente della neonata Afat (Associazione Fiuggi Alberghi e Turismo)

«Abbiamo sentito la necessità, nonché l’esigenza a Fiuggi di ridar vita ad un’associazione che tuteli gli interessi degli albergatori della città termale, e non solo. Associazione aperta non solo agli albergatori, ma a tutti gli operatori turistici, siano essi commercianti che ristoratori, ed a tutte quelle persone che sono impegnate nel settore turismo a Fiuggi».
«L’idea di dar vita a questa associazione - prosegue - è nata in considerazione della triste realtà in cui ogni settore cittadino versa. Noi albergatori siamo al lumicino, non possiamo più fronteggiare le tante problematiche: tributi molto elevati, tariffe al massimo, Acea, smaltimento rifiuti soliti urbani, canone tv, Siae e una serie di situazioni che ci sta portando purtroppo ad alzare bandiera bianca ed a serrare le nostre attività. Ma in tutto questo marasma di negatività, vive in noi un lumicino di speranza, di un domani migliore, e questa speranza va presa in considerazione, va valutata, enfatizzata, dobbiamo essere tutti noi addetti ai lavori, con l’amministrazione comunale, a convergere in un unico progetto atto questo al rilancio del settore economico cittadino, dobbiamo concertare e decidere il cosa fare per il futuro prossimo. Oramai la nuova stagione termale bussa alle porte per questo, l’incontro con il sindaco e gli assessori al turismo ed al decoro Urbano è di fondamentale importanza. Chiederemo ai nostri amministratori quale sarà il futuro della Fonte Anticolana, se aprirà e con quale tipologia di servizi, se la Fonte Bonifacio VIII sarà potenziata nei servizi. Poi il decoro urbano e soprattutto a che punto sono i finanziamenti per il palazzo dei Congressi. Una serie di quesiti che riteniamo di estrema importanza per il rilancio della nostra cittadina termale».
Idee chiare da parte della neo associazione Afat.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400