Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Ottanta anni dalla nascita della città: sabato la premiazione
0

Dopo 8 anni la cassa del comune chiude con il segno positivo

Colleferro

“Nel momento del nostro insediamento come amministratori di questa città abbiamo dovuto affrontare una serie problemi legati al bilancio dell'Ente. Abbiamo iniziato una sana riduzione e contenimento della spesa pur mantenendo gli impegni presi con i fornitori. ” esordisce il Sindaco Sanna.

“Con la nostra gestione amministrativa siamo riusciti dopo circa 8 anni a chiudere la cassa in positivo, cioè a restituire l'anticipazione di tesoreria che era con il segno negativo dal 2008, facendo risparmiare ai cittadini interessi bancari. Si pensi che gli interessi pagati dall'Amministrazione Comunale dal 2008 al 2015 sono stati oltre 170.000 euro”. L'assessore al bilancio Dibiase spiega brevemente che “ l'anticipazione di cassa è uno strumento finanziario che gli Enti locali hanno a disposizione per far fronte ad una scarsa liquidità che solitamente si manifesta nei primi mesi dell'esercizio. Il Comune di Colleferro negli ultimi otto anni ha sempre utilizzato l'anticipo di cassa per poter affrontare le spese dell'Ente. Questa situazione era preoccupante in quanto si era trasformata in una normalità gestionale e non straordinaria”. Siamo riusciti a chiudere il bilancio di cassa al 31 Dicembre 2015  in attivo con Euro 662,522. Desidero ricordare che chiudere con la cassa in attivo è un risultato degno di rilievo anche alla luce della nuova normativa riguardante l'armonizzazione contabile degli Enti locali”. Se da un lato esiste la soddisfazione di aver chiuso in positivo la cassa – afferma il Sindaco Pierluigi Sanna-  “dall’altro siamo consapevoli che la strada è ancora in salita”. “I problemi legati  alla situazione economica patrimoniale del Comune e la situazione delle partecipate non ci consentono di abbassare la guardia;  dobbiamo continuare con il processo della Spending Review comunale, tagliando gli sprechi , gli affitti troppo onerosi riuscendo a generare entrate che non siano legate alle tasse per i cittadini”.


Il Sindaco Pierluigi Sanna afferma però che l’amministrazione dovrà affrontare un percorso obbligato e asserisce che  la situazione economica finanziaria migliorerà progressivamente, una volta chiarite tutte le situazioni relative  alle partecipate. “Avevamo pochi spazi di manovra eppure siamo riusciti  in corso d'opera , insediandoci a Giugno, ad eliminare il disequilibrio di bilancio chiudendo con la cassa in positivo. Ora è necessario creare nuove fonti  di entrate economiche per l'Ente per bilanciare la riduzione delle entrate relative al “benefit ambientale”, un entrata che ha “drogato” il bilancio comunale e non solo per molti anni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400