E' un vero attestato di qualità quello riconosciuto al gruppo capitanato da Gianni Campili, ai suoi centurioni, legionari, senatori e vestali. Un gruppo che si è costruito negli anni perfezionandosi di giorno in giorno, di iniziativa in iniziativa anche grazie ad uno studio delle attività dei legionari romani del primo secolo dopo Crisco ai quali la Legio si ispira nelle ricostruzioni di armi, indumenti, abitutini e tattiche militari. Oggi la Legio ha sfilato in un corteo di 1200 figuranti composto anche da altre associazioni, che sono partite da Castel Sant'Angelo e sono arrivate a San Pietro percorrendo via della Conciliazione. Solo i 52 della Legio, e i figuranti propri del presepe sono saliti sul sagrato.