Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Omron, quanto ci mancherai!

L’attuale sede della Omron in zona Chiappitto ad Alatri

0

Omron, quanto ci mancherai!

Alatri

Il trasferimento della Omron da Alatri a Frosinone avrà forti ricadute (negative) sul territorio in fatto di consumi, tasse, opportunità di lavoro e tecnologia. La coalizione civica che fa capo ad “Alatri in comune” continua la sua disa- mina inerente l’emigrazione del- l’azienda giapponese che, dopo tanti anni, sceglie un’altra città per ampliare il proprio stabili- mento. Decisione legittima e presa in totale autonomia, è chiaro, ma le ripercussioni saranno note- voli, dice Tarquini, consigliere comunale di “Alatri in comune”.

«Abbiamo provato a fare i primi conti – afferma l’esponente della minoranza –. L’azienda occupa oggi 185 dipendenti, il cui volume di stipendi tocca nel complesso un tetto di 5milioni di euro. Circa il 15% di questa cifra, la stima l’abbiamo fatta chiedendo a diversi lavoratori sui loro consumi “locali”, si riversa immediatamente sul territorio (bar, edicole, supermercati, tavole calde, ecc.), parliamo, dunque, di oltre 700mila euro annuali che, dal 2017, non ci saranno più. Dei 185 addetti, l’80% circa è di Alatri, questi operai hanno sul- la busta paga un prelievo di tassa comunale pari all’1,5% a testa che, tutti insieme, porta a una entrata comunale di circa 70mila euro all’anno. Ho chiesto poi agli uffici comunali quanto paga l’Omron di tributi e tasse comunali, a cominciare dalla Tari il cui minor gettito, in virtù del regolamento della tassa/tariffa, dovrà essere compensato dagli altri esercizi produttivi e commerciali. Aspetto di conoscere le cifre che renderò immediatamente pubbliche». Ci sarebbero, poi, altri costi da considerare.

«L’azienda lascia Alatri per ingrandirsi,a quanto ne sappiamo – prosegue Tarquini –. Un ampliamento, non è difficile prevederlo, porterà a un incremento considerevole della base occupazionale. Ci domandiamo: se oggi il rapporto è di 8dipenden- ti su 10 di Alatri, domani, con lo stabilimento a Frosinone e le nuove assunzioni, tale rapporto resterà invariato o, come si può agevolmente supporre, cambierà a favore della nuova città ospitante? È azzardato affermare che la percentuale si ribalterà e che su 100 nuovi dipendenti prossimi venturi gli alatrensi saranno, se le cose andranno per il meglio, non 80, ma 20?”.

Il gruppo di“Alatri in comune” insieme con il gruppo di “Noi per Alatri”, oggi depositerà la richiesta di convocazione urgente del consiglio comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400