Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Omron, il sindaco Morini:
0

Omron tanti saluti: e scoppia la bufera

Alatri

Il consigliere comunale e leader del movimento "Alatri in Comune" Tarcisio Tarquini, aveva lanciato l'allarme già due mesi fa e venne fortemente criticato. Ora la notizia diventa realtà, e per la città è una batosta!

"È troppo facile ma inevitabile commentare con un “l’avevamo detto” però è così. Nel momento in cui apprendiamo che la dirigenza giapponese dell’Omron ha deciso di trasferire il suo stabilimento da Alatri a Frosinone non possiamo che tornare con la memoria al febbraio scorso quando rivelammo che questo trasferimento stava maturando, ricevendone in cambio contumelie e l’accusa di speculare sulla pelle dei lavoratori. Chiedemmo allora che il comune individuasse terreni a destinazione industriale da proporre all’azienda per permetterle di espandersi, proponemmo, per evitare il ripetersi di tali infauste evenienze, di mettere mano al piano regolatore generale della città, per renderlo capace di accompagnarne un nuovo sviluppo. Denunciammo gli interessi speculativi sulle aree del territorio di Alatri gestite dal Consorzio industriale, che avevano impedito all’azienda di trovare a prezzo equo quanto cercava. Si è preferito far finta di nulla, confidando in non si sa bene cosa. E questo è oggi il risultato di tante colpevoli omissioni e distrazioni; un prezzo che verrà pagato da tutti i nostri concittadini, soprattutto i più giovani in termini di occupazione futura, di capitale umano e sociale che ci viene sottratto, di ricchezza economica che la nostra città letteralmente regala a un’altra. Chiedo la convocazione urgente del consiglio comunale, per valutare se ci sia ancora la possibilità di far recedere l’azienda dalla sua decisione e per capire la ragioni che hanno impedito all’amministrazione comunale di trovare una soluzione per confermarne la presenza nel nostro territorio, se non proprio nell’area attuale. Chiedo anche che il rappresentante del comune di Alatri nell’assemblea del Consorzio dell’Area Industriale sia chiamato a relazionare sull’attività svolta all’interno dell’importante organismo, in particolare sui modi in cui ha cercato di tutelare il patrimonio industriale cittadino".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400