Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









asilo nido
0

“Balù” e “Siamo Piccoli”, il costo degli asili nido al centro del dibattito

Alatri

A margine del dibattito inerente il rendiconto della gestione finanziaria 2015, è stato toccato anche l’argomento dei servizi a domanda individuale, tra questi i due asili nido che insistono in città, “Babalù” in centro e “Siamo piccoli ma cresceremo” a Tecchiena.

Il dibattito si è concentrato sul rapporto proventi-costi, con i primi fermi a poco meno di 139mila euro e i secondi che vanno oltre i 425mila euro, con un saldo negativo di 287mila euro. L’assessore Di Fabio, ha annunciato una rimodulazione futura del servizio, disegnato e confezionato su misura per gli utenti, che verrà espletata tramite un nuovo bando di gara. L’obiettivo è quello di garantire sempre il servizio, ma di contenere i costi in uscita.

L’assessore ha fatto riferimento alle tariffe e all’articolazione oraria che sono state elaborate per il prossimo anno (per presentare la domanda c’è tempo sino al 19 agosto), suddivise in quattro fasce orarie (orario pieno con o senza sabato, orario ridotto con o senza sabato) e le relative rette da calcolare in base ad otto categorie reddituali a seconda dell’Isee. Si va da un minimo di 116 euro mensili ad un massimo di 430 euro.

Antonello Iannarilli (FI) ha chiesto di rivedere l’intera materia, studiando la possibilità di offrire il servizio di asilo nido anche a quei nuclei familiari che hanno meno possibilità economiche, mentre Tarcisio Tarquini (“Alatri in comune”) teme che ci sia una contrazione delle ore che si potrebbe tradurre in un servizio meno presente e in maestranze meno pagate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400