Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Sette milioni di euro di debiti e due milioni da pagare alle imprese, l'allarme di Cittadini
0

Sette milioni di euro di debiti e due milioni da pagare alle imprese, l'allarme di Cittadini

Alatri

"Quanto riportato dai Revisori del Conto nel parere espresso sulla proposta di Bilancio di Previsione per le annualità 2016 - 2018 presentato dalla Giunta Comunale comincia ad appalesarsi in tutta la sua drammaticità", la denuncia del consigliere comunale uscente di Programma Alatri Patrizio Cittadini

 

"Infatti i Revisori richiamavano l’attenzione su alcuni punti di criticità già evidenziati negli anni precedenti e purtroppo non tenuti in considerazione perché non superati, e cioè chiedevano di limitare il ricorso all’anticipazione di tesoreria e di monitorare la situazione della cassa vincolata “ in quanto l’entità della cassa vincolata alla data di messa a disposizione del bilancio era di €. 5.384.994,17 e la somma tra cassa vincolata ed anticipazione, di €. 7.598.528,51 al 31/12/2015 è tale da far ritenere come l’Ente, come richiamato nelle verifiche di cassa redatte dallo scrivente collegio, sia in una situazione di grave tensione finanziaria che potrebbe mettere a breve a repentaglio l’ordinaria gestione.” E quanto sopra riportato sta puntualmente accadendo se leggiamo che per la refezione scolastica addirittura é stato indetto uno sciopero dai lavoratori  con l’astensione dal lavoro per il prossimo martedì 14 giugno. Ovviamente l’astensione è nei confronti della ditta appaltatrice che non corrisponde le retribuzioni ai lavoratori, ma ne subiscono le conseguenze i bambini delle scuole materne stante che il comune è in ritardo nei pagamenti verso la ditta appaltatrice degli ultimi mesi correnti. D’altro canto la IRSE non è l’unica ditta che è in attesa dei pagamenti per i servizi effettuati in favore dell’Ente se solo si pensi che nel mese di Gennaio del corrente anno erano accatastati mandati di pagamento per un importo di circa 2.000.000,00 ( due milioni di euro) ancora da evadere e non corrisposti per assoluta mancanza di liquidità da parte dell’Ente e tale importo è rimasto ancora invariato alla data odierna a dimostrazione che nonostante gli introiti ricevuti l’Ente spende anche inutilmente  e forse in quest’ultimo periodo ha badato a spendere più per cercare un proprio ritorno elettorale che per fornire adeguati servizi alla cittadinanza. Dare continuità a questa amministrazione vorrebbe dire dare continuità all’indebitamento dell’Ente senza che siano forniti adeguati servizi alla cittadinanza. Sperare in una crescita della nostra Città con questa amministrazione è pura follia se solo si pensa che non stati capaci in cinque anni di realizzare alcunché, non hanno mantenuto le promesse elettorali e neppure quanto indicato nel loro programma elettorale,  ma sono stati capaci di spendere inutilmente i nostri soldi e forse anche quelli dei nostri figli".

Patrizio Cittadini per Programma Alatri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400