Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Tommasina Raponi "Un patto del territorio per rilanciare i Servizi Sociali"
0

Tommasina Raponi "Patto del territorio per rilanciare i Servizi Sociali"

Alatri

Candidata nella lista del Pd sostiene il sindaco Giuseppe Morini e presenta il suo piano di crescita ulteriore dei servizi sociali

«Il ruolo degli enti locali, alla luce della legge di stabilità 2016, diventa fondamentale per costituire e dirigere tavoli dove far incontrare gli attori economici e sociali per elaborare, condividere e sottoscrivere dei patti territoriali volti al benessere sociale», Tommasina Raponi candidata Pd a sostegno di Morinientra nel vivo delle tematiche di sua competenza. «Per tali patti, è fondamentale la visione d’insieme dei problemi della comunità. Quindi, la promozione delle politiche orientate al benessere sociale deve coinvolgere tutti gli assessorati passando dal “piano sociale” al “parametro sociale” e definendo, così, un programma intersettoriale per la cura ed il benessere della persona. Tutti gli attori economici, sociali e istituzionali devono condividere il patto e fare ciascuno la propria parte. Le aziende dovranno attivarsi per l’asilo nido, la mutualità integrativa, l’integrazione degli immigrati, l’inserimento delle persone disabili, la conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare. In questo scenario, il comune avrà la responsabilità di facilitare il processo per superare duplicazioni, sovrapposizioni e realizzare un’effettiva integrazione, in particolare, tra inserimento lavorativo, scolastico, e del sostegno sociale. La finalità dell’azione amministrativa potrà tendere al superamento delle emergenze sociali e allo sviluppo delle capacità di ciascuno, solo tramite una sensibilizzazione verso il concetto di cittadinanza attiva. Perché diritto significa dare a ciascuno ciò che gli si deve, ma anche chiedere a ciascuno di prendersi cura degli altri e di fare la propria parte per la comunità.Infine, elemento discriminante per un concreto sviluppo sociale sarà l’attivazione della sussidiarietà, in cui le istituzioni si adoperino per promuovere la solidarietà e combattere le diseguaglianze. Ciò potrà essere realizzato sollecitando il ruolo attivo di tutti i soggetti sociali attraverso l’integrazione, la rete, e l’alleanza tra soggetti istituzionali, professioni, risorse ed opportunità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400