Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Elezioni comunali

Si avvicina l'appuntamento con le elezioni comunali

0

Elezioni tra numeri e curiosità

Alatri

Sei candidati a sindaco, 23 liste presentate, 361 aspiranti alla carica di consigliere comunale. Sono questi i primi numeri della competizione elettorale di questa primavera, ma spulciando tra gli schieramenti emergono tanti altri dati. Innanzitutto, come già rilevato, la diminuzione dei partiti classici e la proliferazione di civiche e movimenti.

Il confronto con il 2011 Rispetto al 2011 non ci saranno UdC, Sel, Italia dei Valori e La Destra, mentre fa il suo esordio Noi con Salvini; prima volta per Italia Unica e il M5S. La compagine più longeva è la storica “Programma Alatri”, presente da 22 anni sulla scena e alla sua sesta partecipazione: un record che ha pochi eguali in tutta Italia. Seguono “Progetto Alatri”, terza partecipazione dal 2006, mentre “Alatri Unita” e “Alleanza per Alatri” sono alla seconda consecutiva. Curioso il caso di una lista che appoggia Iannarilli: si chiama “Alatri nel cuore”, lo stesso nome di una lista che nel 2011 sostenne Morini.

Si tratta però, in tutta evidenza, di un gruppo e di un simbolo del tutto diversi, anche se i responsabili dell'associazione che si presentò cinque anni hanno tenuto a ribadire le distanze dalla compagine di quest'anno. Numeri e curiosità Venendo ai candidati: considerando i 23.455 elettori, vuol dire che si è candidata una persona ogni 65 e per un posto al... sole, ossia in consiglio comunale dove siederanno in 16, ce la farà in media uno su poco più di 22.

Guardando ai cognomi, non tutti coloro che siedono adesso tra i banchi consiliari o in giunta si ricandidano: tra gli assessori, mancherà Maria Teresa Evangelisti (Psi), che ha rinunciato per ragioni personali; tra i consiglieri, niente partecipazione per Raffaella Gatta (Psi), Daniele Grassi Bertazzi (segretario comunale del Pd), Emiliano Remolo (Alleanza per Alatri), Patrizio Cittadini (Programma Alatri), Costantino Magliocca e Silvio Tagliaferri (già PdL).

In breve, il “duo” socialista scompare e, dopo anni, non saranno presenti due “big” come Patrizio Cittadini e Silvio Tagliaferri, oltre a Costantino Magliocca: tre ex sindaci. Per effetto delle nuove disposizioni, che impongono quote più eque tra donne e uomini, sono presenti 158 rappresentanti del genere femminile, ossia il 43,7% dell'intero corpo dei candidati. Il cognome più presente è Rossi che compare ben 15 volte, mentre concorrono 10 persone di origine estera (8 rumeni, una siriana e una bielorussa). I nomi di battesimo più curiosi sono Cleopatra, Soraya e Nadino. Insomma questi i numeri e curiosità di questa tornata elettorale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400