Grande attesa per “La Fiura in fiore”. La rassegna floro-vivaistica organizzata dall’assessore Gizzi andrà in scena domenica 08 maggio 

Una contrada pronta ad immergersi tra i profumi dei fiori, pronta ad accogliere centinaia di curiosi, visitatori e acquirenti. Dopo i grandi successi nelle prime sette edizioni, si punta ovviamente a mantenere altissimo lo standard della qualità di una rassegna che da qualche hanno è stata inserita negli eventi del Comune di Alatri. Una giornata speciale, dunque, per tutta la Fiura e che anche questa volta sarà celebrata grazie all’impegno profuso dall’assessore Roberto Gizzi, che avviò tale iniziativa otto anni fa in collaborazione con l’allora Comunità Montana di cui era vicepresidente. Anche l’edizione che si terrà come detto domenica 08 maggio, vedrà la partecipazione di oltre venti aziende dell’intera Provincia così da permettere alla popolosa contrada di predisporre e godere di una domenica interamente dedicata al mondo del fiore. Momento clou della rassegna, infatti, sarà proprio la mostra mercato di floricoltura. In occasione dell’ottava edizione si è voluti andare un po’ oltre lo standard già di qualità con la partecipazione dell’associazione AVI .LA. Avicoltori Laziali. “Nello specifico – ha detto l’assessore Roberto Gizzi – la mostra mercato vedrà la presenza di espositori e vivai di piante ornamentali, serre e aziende floro – vivaistiche. Abbiamo ricevuto tantissime richieste anche per questa edizione, però si è dovuto fare una scelta per forza di cose e abbiamo privilegiato quelle aziende che hanno creduto in questa manifestazione sin dalla prima ora sperando di riuscire ad allargare ulteriormente gli spazi nelle prossime edizioni così da offrire la possibilità a tutti quelli che vorranno inserirsi. La giornata si svilupperà nel cuore della contrada e cioè all’interno del parcheggio, con annesso parco giochi, a pochi metri dalla chiesa locale. Anche quest’anno – ha detto ancora l’esponente della giunta guidata dal sindaco Morini – ho lavorato alacremente per portare la Fiura alla giusta ribalta provinciale: l’idea è sempre quella di valorizzare questa zona agricola che si sposa idealmente con questo tipo di manifestazioni sperando di ottenere gli stessi risultati eclatanti delle prime cinque edizioni”.