Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Fiuggi Film Festival: una settimana all'insegna del grande cinema. Tanti gli ospiti d'onore

Eventi

Si è aperta ieri, con il tributo al regista Claudio Caligari, la IX edizione del Fiuggi Film Festival, in programma dal 24 al 30 luglio. In occasione della proiezione del suo film postumo “Non essere cattivo”, alla memoria del cineasta è stata dedicata la prima sala cinematografica. Presente anche Simone Isola, che ha prodotto la pellicola e che oggi sarà protagonista del primo dei Meet & Greet di questa edizione rivolti ai giovani.

L'evento proseguirà per tutta la settimana. Ricco il parterre degli ospiti: da Los Angeles il regista Valdés-Iga (I Was There); dalla Grecia il regista Manoussakis e ancora Alex Infascelli e Emilio D’Alessandro, rispettivamente regista e protagonista del docu basato sulla storia di D’Alessandro, autista personale di Stanley Kubrick. Al festival anche Antonia Truppo, David di Donatello 2016 come attrice non protagonista di Lo chiamavano Jeeg Robot, di Gabriele Mainetti.

La giuria ufficiale, presieduta da Caterina d’Amico, presidente dell’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico e della scuola Nazionale di Cinema, è composta da Carlo Brancaleoni, dirigente Produzione Film di Esordio e Sperimentali Rai Cinema; Luciano Sovena, presidente della Fondazione Roma Lazio Film Commission; Simone Isola, regista e produttore di Kimerafilm; e Loreta Gandolfi, curatrice del Cambridge Film Festival.

Nel corso del gala di chiusura verranno assegnati inoltre, al film più aderente al claim di quest’anno Breaking Chains – Verità che liberano, il Premio della Giuria Giovani composta da ragazzi di età compresa tra i 15 e i 25 anni provenienti da tutta Italia; il Premio Arca Cinema Giovani; il Premio della Stampa attribuito da una giuria di giornalisti presieduta dal direttore dell’ufficio stampa Paolo Piersanti; e il Premio della prima edizione del concorso 111FFF al miglior cortometraggio realizzato in centoundici ore.

In programma anche incontri di approfondimento sulla produzione e distribuzione cinematografica con, tra gli altri, Vincenzo Scuccimarra, sceneggiatore del documentario S is for Staley; Alberto Caviglia, regista di Pecore in Erba; Sabina Guzzanti, regista del documentario La trattativa; e Matteo De Laurentiis, produttore Cattleya.

Non manca, come di consueto, l’evento musicale d’eccezione organizzato grazie alla sinergia con la rassegna Musica dietro le Quinte e affidato quest’anno al concerto live in esclusiva per Il Fiuggi Film Festival dei Mokadelic, il gruppo post-rock autore della colonna sonora della serie tv Gomorra.

Tra gli altri film in cartellone anche Fiore di Claudio Giovannesi, applaudito al recente Festival di Cannes. Un FFF 2016 ricco di novità tra le quali spiccano, dettate dalla passione e dalla lungimiranza del giovane direttore Angelo Astrei, l’apertura al mondo dei cortometraggi con l’istituzione di 111FFF, un originale concorso internazionale aperto a tutti, senza limiti di età né di nazionalità; e la presentazione, in programma martedì 26, di un nuovo progetto editoriale dal titolo Credits - Storie dai titoli di coda.

Questa nona edizione dell’evento cinematografico, attestatosi negli anni tra i più attesi dell’estate, è arricchita inoltre di proiezioni serali all’aperto nella Piazza del Palazzo Comunale, il luogo più fresco di Fiuggi, con mega schermo e 250 posti. Per il pubblico dei più giovani sono previste ogni giorno una serie di workshop di approfondimento sul videomaking e sulle serie televisive. Accesso al pubblico gratuito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400