Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Frosinone a testa alta: una lezione di sport (e di vita) a tutta l'Italia

Serie A

Mancano un paio di minuti alle 17 ed il Frosinone è appena retrocesso matematicamente in Serie B a causa della sfortunata ed immeritata sconfitta casalinga contro il Sassuolo. In un altro stadio, probabilmente, la gente lascerebbe mestamente gli spalti, a testa bassa e senza proferire parola. Ma al Matusa no. Al Matusa accade qualcosa di magico: i tifosi, che hanno sostenuto la squadra sempre e comunque nell'arco di tutta la stagione, seguendola in massa anche in trasferta, tributa un lunghissimo e commovente applauso a Stellone e ai suoi ragazzi. Che ricambiano, recandosi sotto la Curva Nord per dire loro grazie. Il tutto tra i cori e i canti dell'intero stadio. Una scena splendida, da calcio d'altri tempi, verrebbe da dire, che spinge gli stessi calciatori del Sassuolo a complimentarsi e ad applaudire.

Durante il post-partita, sui social e nelle varie emittenti televisive, tutti celebrano la sportività del Frosinone e l'amore dei tifosi canarini nei confronti della squadra che, secondo i pronostici dello scorso agosto, avrebbe dovuto fare da semplice comparsa in Serie A. Eppure le cose sono andate diversamente. Sì, la retrocessione che molti si aspettavano c'è stata, ma come recitavano i tanti striscioni visti oggi, ci si può sempre riprovare. Con la convinzione che sarà difficile, ma con la consapevolezza che i sogni possono essere trasformati in realtà, e che le imprese non sarebbero tali se non dovessero superare prove durissime.

A breve si dovrà cominciare a programmare la prossima stagione: società e tecnico faranno il punto della situazione e decideranno se continuare insieme o meno. Alcuni giocatori resteranno, altri andranno via. Ma tutti quelli che erano al Matusa oggi conserveranno per sempre nel cuore il ricordo di quell' 8 maggio, quel giorno baciato dal sole in cui una squadra di provincia, insieme ai propri sostenitori, dette una lezione di calcio, di sport e, in fondo, di vita, all'Italia intera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400