Uno spettacolo diventato una tradizione irrinunciabile per Sora e i suoi abitanti. Anche quest'anno, dunque, nonostante si fosse corso il serio rischio che la manifestazione venisse annullata, il falò di San Giovanni ha illuminato il cuore della città e il tratto di fiume che attraversa il quartiere di Canceglie. In centinaia hanno assistito all'accensione de "I Faon" sul Liri, con la "pupatta" (il fantoccio) che è stata data alle fiamme sopra una catasta di legna galleggiante. Famiglie, giovani e anziani hanno riempito il ponte e il muraglione che affaccia sul fiume per assistere al falò, reso possibile da "I ragazzi del faone", che si sono costituiti in associazione e si sono adoperati a loro spese per mettere in sicurezza l'area. Fino all'ultimo sono stati tutti con il fiato sospeso per via di problemi legati alle autorizzazioni, ma alla fine si è riusciti nell'intento di regalare alla città un appuntamento molto atteso. A godersi lo spettacolo, tra gli altri, c'era anche il nuovo sindaco, Roberto De Donatis.

Nel video un momento della serata