Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Rapinarono quattro bar e un supermercato: arrestato il quarto complice della banda

Provincia

Arrestato un altro membro della banda di rapinatori che tra la fine di gennaio e la prima metà di febbraio aveva messo a segno cinque colpi in altrettanti bar della provincia e all'Eurospin di Casalvieri.

Nella serata di ieri, in Ferentino, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Pontecorvo, in collaborazione con i militari della Compagnia di Anagni, nel contesto delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, hanno arrestato un 41enne residente a Ferentino, ritenuto responsabile di “concorso finalizzato alla rapina aggravata, porto di illegale di arma clandestina completa di  relativo munizionamento e ricettazione”.
Nei mesi di gennaio e febbraio 2016 una banda di malviventi residenti nella provincia di Frosinone, disponendo di una pistola clandestina e di un machete,  avevano compiuto quattro rapine ai danni di attività commerciali nella provincia di Frosinone:

-  30 gennaio 2016, ai danni del Bar tabacchi  ricevitoria, di Monte San Giovanni Campano,  bottino Euro 1.000,00;
-  9 febbraio 2016, ai danni del Bar Holiday, di Ceprano, bottino Euro 1.000,00;
-  11 febbraio 2016, ai danni della ricevitoria Tabacchi “Caldaroni”, di Arce, bottino Euro 2.000,00;
-  13 febbraio 2016, ai danni della ricevitoria Tabacchi “Raponi”, di Monte San Giovanni Campano, bottino  Euro 1.300,00.


Nonostante la tempestiva individuazione dei possibili rapinatori da parte dei militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Pontecorvo e l’approntamento di adeguati dispositivi di prevenzione,  nella serata del 15 febbraio 2016, intorno alle ore 20.00, il gruppo individuato, costituito da 4 malviventi, aveva compiuto l’ennesima rapina in Casalvieri ai danni del supermercato “Eurospin”. Nella circostanza i rapinatori, tutti con il volto coperto, dopo aver minacciato gli esercenti e gli avventori le armi a loro disposizione, erano riusciti ad impossessarsi dell’incasso di poco inferiore ai 2.000 euro, dandosi successivamente alla fuga. L’immediata attivazione del dispositivo di contenimento areale, alle ore 21.00 circa, consentiva di intercettare i fuggitivi a Roccasecca da parte dei Carabinieri della locale Stazione. Nella circostanza, venivano tratti in arresto in flagranza di reato un 26enne ed un 20enne di San Giovanni Incarico; un 28enne di Monte San Giovanni Campano; una 28enne di Piglio ed un 30enne egiziano residente a Ferentino, tutti ritenuti responsabili dei reati di “concorso finalizzato alla rapina aggravata, porto di illegale di arma clandestina completa di  relativo munizionamento e ricettazione”.

I riscontri acquisiti permettevano di stabilire con certezza che i giovani si erano resi responsabili anche delle precedenti rapine. Il 24 febbraio 2016 il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone  emetteva un’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere nei confronti degli arrestati. Gli ulteriori approfondimenti investigativi, soprattutto in relazione alla rapina di Monte San Giovanni Campano, il 13 febbraio 2016, permettevano di accertare che il colpo era stato perfezionato da tre dei rapinatori già arrestati, con la complicità di un quarto bandito, identificato nel 41enne residente a Ferentino. L’Autorità Giudiziaria ha emesso ieri un’ordinanza di custodia cautelare anche nei confronti del ferentinate, il quale è stato condotto presso la Casa Circondariale di Frosinone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400