Alle 18 avranno inizio i funerali delle prime vittime del terremoto nel comune di Amatrice. Dopo un lavoro in tempi record della protezione civile e dei vigili del fuoco che hanno realizzato l'area, pochi minuti fa, sono iniziate ad arrivare le bare dei defunti. 

Sono momenti strazianti, con i parenti delle vittime in lacrime che stanno salutando per l'ultima volta i loro cari. Il silenzio della tensostruttura allestita per i funerali è stato interrotto da una violenta pioggia. 

Oggi, nel giorno del lutto nazionale, le esequie saranno officiate dal vescovo di Rieti Don Domenico Pompili, originario di Acuto, che per tanti anni ha operato presso la diocesi Anagni-Alatri. Si attende a breve l'arrivo delle massime autorità istituzionali dello stato italiano, a cominciare dal Presidente Mattarella e dal Primo Ministro Renzi. 

Saranno ore di dolore di dolore e di angoscia, in attesa della triste cerimonia.