Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Malore in mare: è morto l'anziano di Ceccano inizialmente salvato da un bagnino

Ceccano

Non ce l'ha fatta D.C., il 74enne di Ceccano che pochi giorni fa fu salvato a Terracina da un bagnino che, accortosi del malessere dell'uomo in evidente difficoltà in acqua, lo aveva sottratto in extremis al mare.

L'uomo, dopo i primi soccorsi sulla spiaggia, vista la gravità della situazione era stato trasportato in eliambulanza al Santa Maria Goretti di Latina, in condizioni serie ma non tali da far temere per la sua vita. Nelle ultime ore invece, le sue condizioni si sono repentinamente aggravate fino a portarlo, purtroppo, alla morte. La notizia è rapidamente arrivata a Ceccano, dove, come dtto, l'anziano risiedeva con la sua famiglia, suscitando sgomento e tanto dolore.

LA RICOSTRUZIONE


I fatti risalgono alla mattina dello scorso 11 agosto. Intorno alle 10.15 D.C. è giunto nello stabilimento balneare “La Stiva” con una comitiva di amici e conoscenti ceccanesi a bordo di un pullman di linea. In passato aveva avuto qualche problema cardiaco ma stava bene e aveva deciso di concedersi una nuotata in una calda giornata di sole. Si è sistemato sulla spiaggia e poco dopo si è diretto in mare. Niente lasciava presagire ciò che sarebbe avvenuto di lì a qualche secondo.

All’improvviso, quando l’acqua gli arrivava a metà busto, ha accusato un malore. Il bagnino lo ha visto che traballava e ha capito al volo: è corso in mare e lo ha afferrato appena un attimo dopo che l’anziano aveva perso i sensi ed era andato sotto. Una manovra repentina sul torace per liberarlo dell’acqua finita nei polmoni e una corsa sul bagnasciuga con l’uomo in braccio. Il giovane bagnino lo ha steso a terra e ha cominciato a praticargli il massaggio cardiaco agendo contemporaneamente con un pallone Ambu sulla bocca per farlo respirare. Nel giro di pochi minuti sono giunte sul posto un’automedica e un’ambulanza del 118 di Terracina e poco dopo anche l’elicottero Pegaso 11 dell’Ares.

Le manovre rianimatorie dei soccorritori, durante quasi mezz’ora, hanno scongiurato il peggio. Così il pensionato è stato stabilizzato e trasferito in eliambulanza, atterrata in un terreno vicino alla spiaggia, all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Qui i medici lo hanno ricoverato e posto sotto monitoraggio cardio-circolatorio. Probabilmente si è trattato di un brutto infarto. Un malore che, dopo gli iniziali miglioramenti, lo ha portato alla morte. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400