Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Colto da infarto mentre faceva il bagno a Terracina: salvato da un bagnino-eroe

Ceccano

Deve la vita ai soccorsi rapidi dei sanitari del 118, ma anche a un bagnino napoletano che lo ha letteralmente strappato alla morte. Un giovane bagnino scaltro quanto eroico, che ha capito al volo che l’anziano era in difficoltà e si è precipitato in acqua sottraendolo in extremis al mare.

Drammatica la scena che si è verificata ieri mattina, intorno alle 10.15, a Terracina davanti agli occhi di decine di bagnanti. Un pensionato di Ceccano, D. C., 74 anni, era arrivato poco prima nello stabilimento balneare “La Stiva” con una comitiva di amici e conoscenti ceccanesi a bordo di un pullman di linea. Aveva avuto qualche problema cardiaco ma stava bene e aveva deciso di concedersi una nuotata in una calda giornata di sole. Si è sistemato sulla spiaggia e poco dopo si è diretto in mare. Niente lasciava presagire ciò che sarebbe avvenuto di lì a qualche secondo.

All’improvviso, quando l’acqua gli arrivava a metà busto, ha accusato un malore. Il bagnino lo ha visto che traballava e ha capito al volo: è corso in mare e lo ha afferrato appena un’attimo dopo che l’anziano aveva perso i sensi ed era andato sotto. Una manovra repentina sul torace per liberarlo dell’acqua finita nei polmoni e una corsa sul bagnasciuga con l’uomo in braccio. Il giovane bagnino lo ha steso a terra e ha cominciato a praticargli il massaggio cardiaco agendo contemporaneamente con un pallone Ambu sulla bocca per farlo respirare. Nel giro di pochi minuti sono giunte sul posto un’automedica e un’ambulanza del 118 di Terracina e poco dopo anche l’elicottero Pegaso 11 dell’Ares.

Le manovre rianimatorie dei soccorritori, durante quasi mezz’ora, hanno scongiurato il peggio. Così il pensionato è stato stabilizzato e trasferito in eliambulanza, atterrata in un terreno vicino alla spiaggia, all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Qui i medici lo hanno ricoverato e posto sotto monitoraggio cardio-circolatorio. Probabilmente si è trattato di un brutto infarto, ma ora è fuori pericolo.

«L’ho visto che entrava in acqua e che procedeva con un passo incerto - racconta il bagnino che lo ha salvato, Emanuele Fusco, diciotto anni, di Napoli, al suo terzo anno di servizio nello stabilimento - Gli ho fischiato ma lui non ha reagito. Così ho capito che stava avendo un malore e sono corso in mare. L’ho afferrato da dietro e gli ho fatto espellere l’acqua dalle vie respiratorie, poi l’ho portato a riva e ho praticato il massaggio cardiaco fino all’arrivo dell’ambulanza. Sono davvero felice che si sia salvato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400