Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Muore sotto gli occhi degli amici a 21 anni: Antonio Baggi stroncato da un malore

Cassino

I suoi sogni, le sue aspirazioni, le sue passioni restano in quello sguardo pulito che tutti conoscevano. Antonio Baggi è scomparso troppo presto, riuscendo a realizzarne solo una parte. E lasciando aperta una ferita che difficilmente potrà ricomporsi. Un malore, forse una difficoltà respiratoria importante, sembrerebbe essere la causa di un decesso inaccettabile, avvenuto sotto gli occhi impotenti della sua fidanzata e di alcuni amici che avevano deciso insieme alla coppia di prendersi una piccola vacanza e volare verso Amsterdam per qualche giorno.

Nella giornata di sabato il clima spensierato dei giovani cassinati in relax per una gita fuoriporta è stato annullato da qualcosa di imponderabile. Antonio, 21 anni, elettricista e dj per passione, si è accasciato davanti ad un bar mentre stavano sorseggiando una bibita. E non ha più riaperto gli occhi. Inutili i tentativi di fargli salva la vita.

La tragedia

La notizia della morte del giovane, conosciutissimo nel Cassinate per la sua bravura alla consolle e per la sua passione per la musica, è rimbalzata nella notte di sabato come un fulmine a ciel sereno. «Impossibile» hanno commentato i tanti ragazzi che lo conoscevano bene, i suoi amici, i suoi colleghi di serate passate a mettere canzoni. Lui che faceva parte de “I Guardiani della Notte”, che invitava i giovani a non mettersi in auto dopo aver bevuto, al divertimento consapevole. Lui che raccontava la bellezza della vita attraverso i pezzi messi con passione per tutti i giovani che lo seguivano. Non poteva morire così. Poi la conferma del malore fatale.

Il suo impegno

Antonio, di professione elettricista, non era soltanto anche un bravo dj. Nonostante la giovane età aveva deciso di scendere in campo in questa tornata elettorale per sostenere il candidato Tullio Di Zazzo. Un giovane impegnato, pieno di vita. Innamorato della sua Annachiara più di ogni altra cosa al mondo. Quando il mondo politico ha appreso la tremenda notizia ha bloccato, come giusto che fosse, ogni attività elettorale. «Non ho parole. Sono sconvolto. Era un ragazzo che dava anima e corpo, credeva negli ideali e la vita non gli ha concesso la possibilità di andare avanti» ha commentato a caldo nella notte tra sabato e domenica Tullio Di Zazzo. «Una giovane vita spezzata. Una tragedia che sconvolge la nostra comunità. L’improvvisa scomparsa del giovanissimo Antonio Baggi lacera i cuori di una nostra famiglia - gli ha fatto eco il sindaco Petrarcone - e lascia un vuoto incolmabile in tutti noi. Il mio pensiero, come genitore, è per la famiglia di Antonio alla quale mi stringo in un commosso abbraccio». «Ci sono giorni in cui fermarsi non solo è doveroso ma è la cosa giusta da fare, oggi è uno di quei giorni» ha aggiunto Petrarcone che ha rinviato gli appuntamenti previsti nel rione Colosseo e in zona Solfegna Cantoni.

Un viaggio terribile

Hanno preso un volo per Amsterdam ieri pomeriggio insieme ad altri parenti. Indescrivibile il dolore dei genitori di Antonio, figlio unico, quando sono stati contattati per l’unica notizia a cui nessuna madre e nessun padre può essere mai pronto. Saranno ora le autorità olandesi a decidere quali eventuali esami effettuare sul corpo del ragazzo, necessari a chiarire l’esatta causa del decesso vista la giovane età della vittima.

Il cordoglio

I messaggi per Antonio e per la sua Annachiara, per i suoi genitori e i suoi familiari hanno invaso la sua bacheca di Facebook. L’intera città, avvolta da tanta tristezza, ha smesso quasi di respirare, inghiottita in un’angoscia impossibile da descrivere. Antonio era il figlio, il fratello, l’amico, il vicino della porta accanto di tutti. Come solo le persone umili e generose sanno essere. Con una voglia di vivere che difficilmente verrà dimenticata da chi ha avuto la fortuna di conoscerlo. Attese le decisioni dell’autorità olandese sulla possibilità e sui tempi per eseguire i possibili accertamenti del caso prima di poter conoscere la data del rientro della salma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400