Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

L'ultimo saluto a Danilo Salvatore, il corteo e il dolore della famiglia

Arpino

«Danilo non ha soltanto imparato a dare, dopo aver ricevuto da Gesù, ma ha imparato a darsi. E i metri quadrati dei manifesti che sono affissi per la nostra Arpino, gli stendardi di contrade e quartieri del Gonfalone, la presenza di tanta gente in questa chiesa lo dimostrano. Da tutti, come in piazza così davanti ai bar, ho ascoltato commenti bellissimi, non parole di circostanza ma frasi sincere sulla bontà e generosità di Danilo: lui è stato un dono per la nostra comunità». 

Un’omelia toccante, il paragone, prevedibile, con un’altra giovane vita che ha lasciato la terra, quella di Lorenzo Iannazzi poco più di un mese fa, il ricordo del battesimo di Danilo, «quando mamma Rosa e papà Elio lo hanno consegnato a Dio nella chiesa di Civitavecchia»: tutti passaggi che hanno commosso quanti, ieri pomeriggio, hanno voluto dire addio al trentaquattrenne Danilo Salvatore. Al termine della celebrazione, in una chiesa gremita da familiari, conoscenti, amministratori e cittadini, una folla di gente ha accompagnato il feretro in corteo fino al Belvedere, da dove poi il carro funebre è partito alla volta del cimitero per la tumulazione. Palpabile il dolore dei genitori di Danilo, della fidanzata e degli amici di sempre che gli hanno dedicato tantissimi messaggi di affetto.

Nel video, l'uscita dalla chiesa del feretro di Danilo Salvatore al termine dei funerali

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400