Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

In centinaia per l'addio al professor Angelo Molle

Roccasecca

Una folla oceanica per l'addio ad un "Angelo". Per tutti il professor Angelo Molle se n'è andato troppo presto lasciando un vuoto enorme. Una ferita che farà fatica a rimarginarsi. 

In questo momento la chiesa di Santa Margherita a Roccasecca è stracolma di presenze. Non si riesce a camminare o a spostarsi. In centinaia si trovano accalcati dentro e fuori per salutare il professore, l'amico, il confidente ma anche il papà, lo zio, il fratello. E proprio il fratello, il rettore dei Canneto, don Antonio Molle sta celebrando la funzione tra le lacrime. Aumentando la commozione generale.

Tanti gli striscioni da parte dei suoi ragazzi: "I suoi pensieri, la sua risata, i suoi consigli non sono svaniti sono solo fuori dalla nostra vita", hanno scritto dalla V C. E ancora: "Dio chiama a a sè i migliori perché ha bisogno di combattenti valorosi, ciao prof."

Per tutti era un uomo buono. Una persona dall'intelligenza brillante. Perspicace e sempre al servizio degli altri. Angelo Molle era così: una persona ricca di doti ma semplicissima. per questo lasciava il segno. Aveva 48 anni, era docente di Storia delle Religioni all'università di Cassino e insegnante di religione all'iris Reggio di Isola del Liri, oltre che insegnante di storia della chiesa al Collegio Leoniano di Anagni. "Una persona gentile, editata, rispettosa, di grande cultura. Ho avuto la fortuna di conoscerlo, frequentarlo e apprezzarne le qualità": ha dichiarato il sindaco di Roccasecca Giovanni Giorgio.

Nel video, l'arrivo in chiesa del feretro

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400