Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Furto notturno in Provincia: preso di mira il Presidente del Consiglio, è mistero

Frosinone

Furto notturno ai danni dell'ufficio del Presidente del Consiglio provinciale Danilo Magliocchetti. Ignoti (al momento non è stato stabilito se il colpo è stato compiuto da una o più persone) in piena notte sono entrati nel palazzo della Provincia, in piazza Gramsci a Frosinone, dopo aver rotto una finestra del pianterreno. Una volta all'interno, del tutto indisturbati anche per l'assenza di un sistema di allarme (incredibile, ma l'edificio che ospita la Provincia ne è sprovvisto), sono saliti al primo piano dello stabile prendendo di mira, stando ad una prima ricostruzione dei fatti, direttamente l'ufficio di Magliocchetti, situato proprio a fianco al bar dell'Ente. 

Hanno agevolmente scardinato la serratura della vecchia porta di legno e sono entrati dentro la stanza mettendola a soqquadro. Ad accorgersi dell'accaduto è stato intorno alle 8 di oggi il portiere di turno che, salito al primo piano per aprire il Salone di Rappresentanza per un convegno di una scuola, facendo un giro dei corridoi ha notato la porta sfondata. Subito è scattato l'allarme e sul posto sono giunti i carabinieri con un nucleo della Scientifica. Questi ultimi hanno provveduto ad eseguire tutti i rilievi del caso per verificare la presenza di eventuali impronte digitali o di altri elementi capaci di far risalire all'identità dei ladri. 

"Quanto al bottino - ci ha dichiarato Magliocchetti - al momento non si può dire nulla visto che il locale è stato cosparso di reagenti e non è stato possibile toccare nulla. Di certo, non possono aver portato via soldi che nel mio ufficio non ci sono mai. Spero vivamente che non abbiamo messo mano ai documenti e alle pratiche, cosa che provocherebbe problemi per il nostro lavoro. Da notare che dopo aver rovistato nel mio ufficio sono passati al bar a fianco, aprendo anche in questo caso agevolmente la porta. Anche qui, però, niente soldi visto che il gestore, dopo altri furti subiti in passato, non lascia più denaro nel bar. A quel punto - ha proseguito Magliocchetti - hanno (o ha) deciso di fare uno spuntino con uno snack Vitasnella e un succo di frutta al mirtillo, la cui bottiglietta è stata poi lasciata sulla mia scrivania. L'episodio mi ha molto turbato - ha concluso Magliocchetti - adesso speriamo che le telecamere abbiano ripreso tutto e soprattutto che, nonostante fosse buio, le immagini consentano di risalire ai ladri o al ladro".

Gli investigatori stanno cercando di capire perché, tra le decine e decine di uffici a disposizione, sia stato presso di mira proprio e solo quello di Danilo Magliocchetti. L'esponente di Forza Italia oltre ad essere Presidente del Consiglio ha anche le deleghe alla Polizia provinciale (che si occupa tra l'altro di controlli in materia ambientale), all'Agricoltura, caccia e pesca e alla Protezione civile. E si sta cercando di capire se l'interesse di chi ha compiuto il colpo fosse anche (o solo) per qualche pratica in particolare. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400