Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

“Lino Capolicchio, l’immoralista”: omaggio Cineteca Nazionale (a Roma dal 26 al 31 gennaio)

Roma

La Cineteca Nazionale rende omaggio all’attore e regista Lino Capolicchio, con una retrospettiva a lui dedicata presso il Cinema Trevi in Roma dal 26 al 31 Gennaio.
“Lino Capolicchio, l’immoralista”, questo è il titolo che si è voluto dare all’intera rassegna ed è sempre la stessa Cineteca Nazionale a dare una nuova definizione del Personaggio-Capolicchio con le seguenti parole: “Una fisicità molto british. Una phoné volutamente non impostata teatralmente. Lino Capolicchio, un attore più unico che raro”. La rassegna quindi si apre oggi, martedì 26 Gennaio, alle ore 17.00 con uno dei film più noti di Capolicchio “Metti, una sera a cena” di Giuseppe Patroni Griffi (1969); sempre nella stessa giornata altre due proiezioni (per la regia dello stesso Capolicchio ), “Pugili” (1997) e “Diario di Matilde Manzoni” (2002). Un incontro moderato da Gianni Minà (ore 21.00) suggellerà poi l’apertura ufficiale della retrospettiva: prevista la presenza, oltre che dello stesso Capolicchio, di Pupi Avati, Fabrizio Corallo, Laura Delli Colli, Vincenzo Vita. La chiusura della rassegna è affidata al film (premio Oscar) che ha reso celebre in tutto il mondo Lino Capolicchio, “Il Giardino dei Finzi Contini”, regia di Vittorio De Sica.

Curiosità 

Quest’anno ricorre il centenario della nascita dello scrittore Giorgio Bassani (4 Marzo 1916): inizialmente cooperò alla stesura dei dialoghi e della sceneggiatura de “I Giardini dei Finzi Contini” di Vittorio De Sica,ma, dopo alcuni dissidi e malintesi, entrò in aperto conflitto con lo stesso De Sica, chiedendo non solo che venisse tolto il suo nome dai titoli del film, ma pretendendo inoltre che, nella trasposizione cinematografica, fosse tolto il trattino di congiunzione tra i due cognomi dell’aristocratica famiglia ( a differenza del romanzo ).


Il programma completo che prevede ben diciotto film (rigorosamente in pellicola) è il seguente:


martedì 26
ore 17.00 Metti, una sera a cena di Giuseppe Patroni Griffi (1969) 
ore 19.10 Pugili di Lino Capolicchio (1997) 
ore 21.00 Incontro moderato da Gianni Minà con Pupi Avati, Lino Capolicchio, Fabrizio Corallo, Laura Delli Colli, Vincenzo Vita.
a seguire Diario di Matilde Manzoni di Lino Capolicchio (2002)
 
mercoledì 27
ore 17.00 Mio padre, monsignore di Antonio Racioppi (1971)
ore 19.00 La legge violenta della squadra anticrimine di Stelvio Massi (1976)
ore 21.00 Un apprezzato professionista di sicuro avvenire di Giuseppe De Santis (1970)

giovedì 28
ore 17.00 Vergogna, schifosi! di Mauro Severino (1969)
ore 19.00 L'ultimo giorno di scuola prima delle vacanze di Natale di Gian Vittorio Baldi (1975)
ore 21.00 Escalation di Roberto Faenza (1968)
 
venerdì 29
ore 17.00 Amore e ginnastica di Luigi Filippo d'Amico (1973) 
ore 19.00 La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati (1976) 
ore 21.00 Solamente nero di Antonio Bido (1978)

sabato 30
ore 17.00 Càlamo di Massimo Pirri (1976) 
ore 19.00 Di mamma non c'è una sola di Alfredo Giannetti (1974) 
ore 21.00 Mussolini ultimo atto di Carlo Lizzani (1974)

domenica 31
ore 17.00 Noi tre di Pupi Avati (1984) 
ore 19.00 Fiorile di Paolo e Vittorio Taviani (1993) 
ore 21.15 Il giardino dei Finzi Contini di Vittorio De Sica (1970)

INGRESSO LIBERO

Dove: Cinema Trevi, Vicolo del Puttarello, 25 Roma
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400