Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Furti al supermercato e in pasticceria. Ladro incastrato dalle telecamere

Frosinone

Simile modus operandi, identico obiettivo, tutto nella stessa notte, ma non aveva fatto i conti con le telecamere e il tempestivo e impeccabile lavoro della polizia che nel giro di poche ore lo ha smascherato e denunciato. Ad incastrarlo il berretto utilizzato per nascondere il volto durante i furti. Berretto che durante la fuga è caduto.

A finire nella rete degli agenti un uomo residente nel capoluogo e già noto alle forze dell’ordine. I colpi sono stati messi a segno nella pasticceria Dolcemascolo a Frosinone e al supermercato Conad in via Aldo Moro. Di mira il registratore di cassa da dove sono stati rubati i soldi. Il bottino è di circa duemila euro. Durante la perquisizione in casa del frusinate, i poliziotti hanno trovato la maglia che aveva indossato per compiere i furti. In tasca aveva le chiavi dell’auto utilizzata, in uno dei due locali, per sfondare la vetrina.

Il personale della Squadra Mobile e della Squadra Volanti della Questura di Frosinone sono intervenuti a seguito di due segnalazioni di furto avvenute nella parte bassa del capoluogo. Gli uomini della Squadra Volanti sono intervenuti nel supermercato di via Aldo Moro dove hanno constatato il furto di un registratore di cassa e relativo incasso. Immediatamente hanno visionato le immagini dell’impianto di videosorveglianza. Dalle visione delle stesse, i poliziotti hanno riconosciuto un noto uomo del capoluogo che era giunto vicino all’esercizio commerciale con una macchina. Il ladro, con il viso parzialmente coperto da un berretto, è entrato nel market portando via un registratore di cassa. Al momento dell’uscita però, ha perso il berretto e quella che era una supposizione, per gli agenti è diventata una certezza. Nello stesso momento la Squadra Mobile è intervenuta nella nota pasticceria Dolcemascolo per un’altra segnalazione di furto. Anche in questo caso gli agenti in borghese hanno visionato le immagini dell’impianto di videosorveglianza insieme ai colleghi della Squadra Volante. Gli uomini della Polizia di Stato hanno riconosciuto il mezzo da cui nella stessa notte era sceso il malvivente che aveva messo a segno il furto al Conad. In questo caso il frusinate, dopo aver abbattuto la vetrina d’ingresso con la sua auto, è entrato nel bar appropriandosi di quanto rimasto in cassa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400