Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Cane legato al palo e abbandonato sul cavalcavia della stazione

Frosinone

Legato a un palo della pubblica illuminazione, lasciato al freddo e senza cibo e acqua. Solo un cartello a terra, sotto le sue zampette, con su scritto "cerco padrone, sono già stato sverminato". È la triste storia di un amico a 4 zampe, uno dei tanti che quest' anno e' stato abbandonato dal suo padrone. Ebbene sì, un padrone lo aveva, non si tratta di un randagio, ma di un cane di cui si è voluto 'sbarazzare' in fretta e furia il suo padrone, lasciandolo in mezzo alla strada, sul cavalcavia chiuso della stazione ferroviaria di Frosinone. È stato notato questa mattina da alcuni cittadini che hanno contattato l'associazione animalista ENPA. Il commissario ha subito raggiunto la zona e davanti ai suoi occhi ha trovato il cucciolo, impaurito, infreddolito, affamato. L'animale e' stato preso in cura e come spesso accade in questi casi, per fortuna, c'è chi un cuore ce l'ha, e sono i volontari come Francesca Miranda, alla quale va il ringraziamento dellEnpa. "Sto portando il cucciolo da Miranda, a Ceccano, una donna straordinaria che si prodiga sempre per trovare uno stallo e per le adozioni - ci dice Roberta Villamajna- Insieme a lei Catia Caracci. Due donne che ci sono sempre in queste situazioni vergognose, che si prodigano per dare una mano ai volontari. Addirittura anche a loro discapito, ad esempio e' accaduto che Miranda sia stata aggredita da branchi di cani e abbia dovuto fare ricorso alle cure dei dottori in ospedale, per rattoppare le lacune delle istituzioni che in zona sono inadempienti. Spesso questi cani non sono randagi, ma sono abbandonati dagli pseudo padroni, perché le istituzioni non sono pronte con le anagrafe canine a far rispettare le norme dei cani padronali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400