Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Quartiere Cavoni, commercianti esasperati: pronte le ronde fai da te

Frosinone

Sono esasperati e infuriati. Stanchi di essere svegliati nel cuore della notte perché qualcuno si è intrufolato nella loro attività commerciale. Sono stanchi di ritrovarsi serrande e vetrine scardinate e oggetti o soldi portati via. Sono arrabbiati soprattutto perché non si tratta di un caso isolato. Il quartiere è stato preso di mira da qualche mese. Troppi i furti, numerose le intrusioni, con vetrine rotte o scardinate. Ecco, quindi, che l’esasperazione porta a farsi giustizia da soli, a organizzare ronde per stanare i ladri. È quanto sono pronti a fare diversi commercianti del quartiere Cavoni, dove anche nella notte tra mercoledì e giovedì, qualcuno ha fatto “visita” in alcuni negozi. Quel qualcuno è stato “smascherato” dalla polizia e denunciato.

Si tratta di un trentenne di Frosinone. Stando alle accuse, il giovane, già noto alle forze dell’ordine, si è intrufolato in un negozio per articoli di ufficio da dove ha rubato soldi. Nel frattempo, dopo la richiesta di intervento alla sala operativa, sulle sue tracce si sono messi gli agenti. Agenti che sono riusciti a rintracciarlo all’interno di un negozio di abbigliamento. Ma alla vista dell’auto della Polizia si è dato alla fuga e approfittando del buio, è riuscito a scappare. Ma la sua fuga è servita a poco, le immagini del circuito di video sorveglianza e il riconoscimento da parte dei poliziotti non hanno lasciato dubbi sull’autore dei reati.

Una notte di guardia e ladri. In due locali sono stati rubati soldi e mandate in frantumi le vetrine; in altri due sono state scardinate le serrande e in uno il ladro è entrato e ha rubato un portafoglio, ma all’interno non c’erano soldi.

Quanto accaduto, di nuovo, nel quartiere, ha mandato su tutte le furie i commercianti della zona. Chiedono maggiori controlli e presenza delle forze dell’ordine sia di giorno che di notte. Ricordano quando fino a qualche anno fa c’era un carabiniere di quartiere, si sentivano più tranquilli: “Organizzeremo le ronde - ci racconta un negoziante - Non ne possiamo più, siamo esasperati. Negli ultimi mesi, una notte sì e l’altra pure, ci ritroviamo a fare i conti con i furti o tentativi nelle nostre attività commerciali. Chiediamo aiuto alle forze di polizia, maggiori controlli. Intanto noi siamo pronti a fare le ronde”.

Forte, dunque, l’appello dei negozianti. Nella notte tra mercoledì e giovedì, dunque, sono stati tentati furti ai danni di una lavanderia, un negozio di abbigliamento e un barbiere. Colpi, invece, andati a segno in un negozio di articoli per ufficio e in uno di abbigliamento. Utilizzando un mattone in cemento, nel primo caso, e un pezzo di marmo, nel secondo, il ladro ha rotto la vetrina per poi intrufolarsi e rubare i soldi.

Lo stesso negozio di articoli per ufficio, nella notte tra venerdì e sabato, è stato “visitato” dai ladri, in quel caso, utilizzando un sasso, hanno rotto la porta e hanno portato via circa mille euro. L’autore, però, di quest’ultimo colpo, è stato individuato e denunciato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400