Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Qualcuno salvi i murales. A tutt’oggi è assente una soluzione per il recupero dell’opera

Frosinone

Sempre gradevole quando in una città ci sono abbellimenti artistici, terribile però se poi le opere finiscono per consumarsi a causa degli agenti atmosferici e dell’assenza di manutenzione.

Questo è il caso della serie di murales di via Ciamarra, ogni giorno sempre più deteriorati e sbiaditi. Quando nel 1995 nacquero, i dipinti - dedicati a Carlo Ludovico Bragaglia - illuminavano la città e la impreziosivano. Quella bellezza durò solo qualche anno e certamente manca da troppo tempo.

A puntare i riflettori sui murales ormai rovinati, fu nell’aprile del 2011 il Consigliere comunale Ombretta Ceccarelli, che aveva esortato l’Amministrazione di allora a intervenire tempestivamente con un restauro. Poco tempo dopo, nel luglio dello stesso anno, erano salite in cattedra diverse associazioni, intenzionate a venire a capo della questione.

L’Associazione “Art Qube”, su appoggio del Pd locale, aveva chiesto di realizzare nuovi dipinti sopra quelli consumati, mentre “Oltre l’Occidente” aveva esortato a non snaturare l’opera, limitandosi a rivitalizzare il progetto originario rispettandone il significato.

Poi a farsi sentire erano stati gli ex membri dell’Associazione “Giovani per la città”, ovvero proprio coloro che promossero la realizzazione dell’opera i quali, in una lettera all’ex sindaco Michele Marini, avevano chiesto al primo cittadino di riflettere sull’importanza di non lasciare in abbandono i murales. Così ci si era trovati nel bel mezzo di un dibattito tra due differenti progetti di intervento, con l’Associazione “Art Qube” schierata contro “Oltre l’Occidente” e gli “Ex Giovani per la città” assieme.

L’una era per la creazione di nuovi disegni, gli altri per il restauro degli esistenti. La situazione non si è mai sbloccata e da quel momento tutto è rimasto invariato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400