Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Commozione ai funerali di Peppe Vellucci, il grande maratoneta

Ferentino

Tante persone hanno voluto portare l’ultimo saluto al loro campione. Un campione che è stato un grande esempio. Giuseppe Vellucci, per tutti Peppe, mitico maratoneta di Ferentino, è morto martedì notte nella sua abitazione. Oggi pomeriggio sono stati officiati i funerali da don Luigi De Castris, nella chiesa di Santa Maria Maggiore. In tanti si sono stretti attorno ai familiari del ferentinate, alle figlie, ai nipoti e a tutti i suoi cari. Nato il 7 luglio 1920, Peppe, ha prestato servizio nell’Arma dei carabinieri. Ieri a dargli l’addio anche una rappresentanza dell’associazione carabinieri in congedo. I suoi straordinari traguardi sono ancora vivi nella mente e nel cuore di ogni sportivo. Oltre a essere un eccezionale campione, Peppe è stato e continuerà a essere un esempio soprattutto per le giovani generazioni. Tutti ricordano il profondo spirito di abnegazione e di sacrificio. Era un nonno volante, che è riuscito in imprese che hanno fatto la storia dello sport. Ben 41 i titoli tra nazionali e internazionali conquistati. Nel 1992 si è aggiudicato il titolo di Campione del mondo di Maratona a Birmingham nella categoria Master a 72 anni. In Finlandia nel ’91 conquistò la medaglia di bronzo. Tante le maratone che lo hanno visto protagonista in Italia. Ha partecipato a quella storica di Roma per due volte, a Ostia, Chieti, Udine, Venezia, Pescara e tante altre, con il sogno di arrivare anche a New York.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400