Si è alzato lunedì sera il sipario al Teatro Manzoni. A calcare le scene per il debutto Ninetto Davoli ed Edoardo Siravo ne "Il Vantone" di Pier Paolo Pasolini. La platea quasi vuota però ha testimoniato una scelta non troppo gradita dal pubblico cassinate.

Abituati forse ad opere più leggere, della tradizione comica partenopea sulla falsa riga di Salemme e De Filippo, la rilettura del classico di Plauto da parte di Pasolini non ha intrigato e non ha invogliato ad uscire affrontando il freddo della sera autunnale per raggiungere il Manzoni.

Andrà meglio il 30 novembre con Lello Arena che interpreterà in chiave comica "Sogno di una notte di mezza estate". 

L'appuntamento del pomeriggio di Ninetto Davoli ed Edoardo Siravo che hanno chiacchierato amabilmente con gli studenti del Cut è stato invece particolarmente partecipato. Un incontro formale si è trasformato in un momento fatto di ricordi e aneddoti. Presenti anche il sindaco Petrarcone,  il rettore dell'Uniclam Betta e il responsabile della società che gestisce il Teatro, Fabio Alescio.

Foto Alberto Ceccon

(Ampio servizio nell'edizione del 18 novembre)