Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Inaugurata la smart factory Nestlé Vera. Da Castrocielo il nuovo modello di sviluppo

Cassinate

Uno stabilimento innovativo che da Castrocielo sarà un punto di riferimento per le future fabbriche del Gruppo Sanpellegrino in tutto il mondo. 

È stato inaugurato oggi il nuovo sito produttivo del Gruppo Sanpellegrino, divisione italiana di Nestlé Waters, a Castrocielo  per la produzione di acqua minerale a marchio Nestlé Vera.

Una giornata che segna il futuro del Cassinate e del Lazio. Hanno preso parte alla cerimonia di apertura il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il presidente della provincia di Frosinone Antonio Pompeo e il sindaco di Castrocielo Filippo Materiale. Ad accoglierli nel nuovo stabilimento Marco Settembri, Ceo Nestlé WatersStefano Agostini, presidente e amministratore delegato del Gruppo Sanpellegrino.

"E' un giorno importante per tutto il territorio - ha affermato il presidente della Regione Nicola Zingaretti - Una inaugurazione che crea opportunità e lavoro. Noi stiamo collaborando per ricostruire il tessuto produttivo della Provincia di Frosinone che ha una grandissima storia, una storia che sta cambiando ed oggi è importante che una grande multinazionale torni qui ad aprire un sito produttivo. E' importante perché intanto crea lavoro ma indica anche al mondo e all'Italia che questa nostra terra è ricca di opportunità. Noi faremo la nostra parte, investiremo le risorse per tutte le infrastrutture viarie, investiremo anche sulle infrastrutture digitali perché l'apertura di uno stabilimento dimostra che ce la possiamo fare".

Il progetto industriale, del valore di 16 milioni di euro, si caratterizza per un approccio estremamente innovativo in grado di conciliare al massimo livello sostenibilità ambientale e sviluppo economico. Oltre a costituire un’importante occasione di crescita e occupazione a livello locale e regionale, lo stabilimento rappresenta infatti un modello di sviluppo futuro per l’intero comparto delle acque minerali.

“Il nuovo stabilimento di Castrocielo rappresenta un’eccellenza non solo nel panorama italiano, ma anche a livello internazionale per le innovative tecnologie implementate che ne fanno il sito più virtuoso nel Gruppo Nestlé Waters per la capacità di ottimizzare il consumo di acqua per litro imbottigliato. - ha affermato Marco Settembri, Ceo Nestlé Waters - Questo progetto industriale è un’ulteriore prova della volontà di Nestlè Waters di investire in innovazione e sostenibilità, continuando a valorizzare le risorse idriche locali”.

La “smart factory” è pensata per integrarsi al meglio nel territorio. Vanta, infatti, performance “best in class” soprattutto nel risparmio energetico. Grazie all’utilizzo di energia proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili, il livello di emissione di CO2 è pari a zero: un risultato ottenuto attraverso l’utilizzo di sistemi fotovoltaici, luci al LED e sistemi di recupero e trattenimento del calore. Una linea PET ultramoderna rende lo stabilimento di Castrocielo, tra i siti produttivi del Gruppo Nestlé Waters, il più virtuoso al mondo nell’ottimizzare il consumo di acqua per litro imbottigliato. Tutti i materiali di scarto vengono differenziati e riciclati, e i packaging utilizzati sono 100% riciclabili. Inoltre, il 95% della distribuzione di Nestlé Vera Naturae ai clienti avviene con carichi diretti e full truck, mentre le consegne non dirette avvengono entro i 200km.

 “Siamo orgogliosi di inaugurare il nuovo sito produttivo di Castrocielo - ha dichiarato Stefano Agostini, presidente e ad del Gruppo Sanpellegrino - sinonimo di eccellenza industriale in termini di innovazione, modello produttivo e distributivo e sostenibilità ambientale. Questa operazione, di ampia valenza strategica, ci consente di completare il progetto di multisourcing, raggiungendo in maniera ancora più diretta e sostenibile i consumatori dell’area centrale del Paese. Crediamo fortemente nelle potenzialità del nuovo stabilimento che, con una  produzione di circa 220 milioni di litri di acqua minerale nel primo anno, avrà un impatto positivo sul territorio in termini di occupazione, sviluppo economico, valorizzazione del patrimonio locale e crescita sostenibile”.

La fonte “Naturae” riveste un particolare valore per l’intero Gruppo Sanpellegrino poiché consente di completare l’importante progetto di multisourcing, che attraverso tre fonti distribuite sul territorio nazionale, contribuisce alla valorizzazione delle risorse idriche locali e avvicina l’imbottigliamento ai consumatori, consentendo una significativa diminuzione dell’impatto ambientale. La fonte “Naturae”, nel cuore dell’Italia centrale, si aggiunge a quelle già attive al nord, a San Giorgio in Bosco in provincia di Padova (fonte “In Bosco”) e al sud, a Santo Stefano Quisquina in provincia di Agrigento (fonte “Santa Rosalia”). Grazie alla dislocazione degli stabilimenti produttivi nelle diverse aree del Paese, l'acqua Nestlé Vera arriva direttamente sulle tavole dei cittadini delle diverse regioni italiane senza percorrere lunghe distanze.

La presenza del Gruppo Sanpellegrino a Castrocielo rappresenta non solo un motore di sviluppo economico e sociale, ma contribuisce anche alla creazione di valore condiviso per il territorio a tutti i livelli, attraverso la costante collaborazione con le istituzioni locali. L’impegno dell’azienda si concretizza attraverso interventi per la valorizzazione delle eccellenze di cui l’area di Castrocielo è ricca, a livello naturalistico e culturale.

Il primo importante progetto al quale ha assicurato il proprio sostegno, in collaborazione con l’Università del Salento e il Comune di Castrocielo, è il recupero dell’area archeologica di Aquinum, vero simbolo del territorio, che rappresenta anche un’opportunità di promozione turistica. “La collaborazione tra il Comune di Castrocielo e Sanpellegrino ha permesso la realizzazione di un progetto di altissimo valore per il nostro territorio – ha commentato Filippo Materiale, Sindaco di Castrocielo – Un progetto che vogliamo sia un’importante occasione di sviluppo e di rilancio non solo dal punto di vista economico e occupazionale, ma anche di valorizzazione dei tesori culturali e naturali di inestimabile valore che costituiscono patrimonio prezioso del nostro paese. Aver trovato una sinergia anche per gli scavi di Aquinum, fiore all’occhiello di questa zona, e per la riqualificazione del Lago di Capodacqua è uno dei valori aggiunti più significativi di questa collaborazione. Il nostro obiettivo è quello di fare di Castrocielo, attraverso queste attività, un polo attrattivo di quest’area del Lazio”.

- Foto Alberto Ceccon -

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400