Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Occupante abusivo dà in escandescenze e aggredisce i carabinieri

Cassino

Ieri, i Carabinieri del Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, nell’ambito di un predisposto servizio finalizzato sia a contrastare la commissione dei reati in genere che a garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini, intervenivano presso il palazzo badiale in quanto era stata segnalata la presenza di alcuni extracomunitari che, abusivamente, avevano occupato il cortile antistante l’ex Caritas, ammassandovi numerosi sacchi di plastica contenenti cianfrusaglie e rifiuti vari.

Sul posto si constatava la presenza di un 28enne di nazionalità nigeriana, già noto perché in passato aveva tentato di occupare i locali di una cooperativa del cassinate che si occupa di extracomunitari il quale, nonostante l’invito a lasciare il luogo nonché di trasferirsi presso la casa della Carità o in altra struttura idonea, si rifiutava categoricamente pretendendo, al contrario, che gli venisse assegnata un’abitazione da parte del comune.

Nel frattempo, sopraggiunta anche Suor Ermanna, responsabile della “Casa della Carità”, il suddetto, colto da un impulso di rabbia, si scagliava violentemente contro gli operanti inveendo con sputi e minacce di morte, passando poi ai fatti con spinte e calci, tentando anche di colpirli con una sedia che aveva prelevato dalle masserizie ivi depositate.

I Carabinieri, visto lo stato di agitazione del 28enne, hanno chiesto rinforzi alle Stazioni limitrofe, al fine di poterlo accompagnare in Caserma e, solo con l’ausilio del personale richiesto ma, con non poche difficoltà, riuscivano a bloccarlo e, fatto salire su un’autovettura militare, veniva accompagnato presso i locali del Comando (durante il tragitto l’uomo continuava sia ad inveire che a colpire i militari).

Giunto in Caserma l’uomo, non placando la sua ira nonché, considerata la sua reiterazione nella condotta violenta, poichè tentava ulteriormente di colpire con sputi, calci e morsi i Carabinieri che lo avvicinavano, veniva tratto in arresto per i reati di violenza, minaccia, resistenza, lesioni a Pubblico Ufficiale e danneggiamento aggravato.

Stamattina, dopo l’udienza di convalida, l’arrestato veniva giudicato colpevole e condannato alla pena di mesi 9, pena sospesa;
Nel frattempo, il cortile antistante la sede della ex Caritas, mediante l’utilizzo di due idonei mezzi, veniva ripulito da tutti i rifiuti accumulati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400