Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Caos referendum: file e disagi in Comune

Cassino

Lunghe code e file interminabili nella giornata di oggi al Comune di Cassino per problemi con i cambiamenti dei seggi.

Nella giornata nella quale si votava per il referendum sulle trivelle, a Cassino tanti cittadini hanno avuto difficoltà a esprimere il proprio parere: una volta arrivati ai seggi sono stati rimbalzati in comune perché non risultavano sulle liste. 

Centinaia e centinaia di cittadini, che a causa della rimodulazione delle sezioni, sono stati respinti ai seggi dove abitualmente votavano, e quindi sono dovuti recarsi in comune per prendere la nuova tessera elettorale. I cittadini, in fila, hanno atteso ore prima di avere il certificato giusto e poi andare a votare. In molti hanno gettato la spugna.

Problemi con la comunicazione: l’amministrazione, seppur non personalmente casa per casa, ha emesso gli avvisi della nuova suddivisione dei seggi sia sui manifesti in giro per la città, sia sul sito ufficiale del Comune che sulla pagina facebook. 

Un disservizio, però, che ha fornito un'assist ai concorrenti alle prossime elezioni del sindaco Giuseppe Golini Petrarcone. Il candidato sindaco Carlo Maria D’Alessandro e i Cinque Stelle non hanno perso l’occasione per sfruttarlo. Sui social il candidato del centrodestra ha tuonato: "L’inefficienza di questa amministrazione ha creato grossi disagi ai cittadini. Nessuna comunicazione per il cambio di sezione e le persone hanno dovuto fare file interminabili per votare". A denunciare l’accaduto anche gli attivisti pentastellati: "Nemmeno in Africa succede".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400