Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









0

Il Premio Giovenale consegnato
al magistrato Nicola Gratteri

Aquino

Un premio a chi come il poeta satirico è indignato verso le ingiustizie della società e le combatte: l’undicesima edizione del Premio Giovenale 2015 è stato assegnato al procuratore antimafia di Reggio Calabria, Nicola Gratteri.

“Il messaggio di Giovenale è attualissimo”, ha affermato il magistrato durante la cerimonia di consegna nella chiesa della Madonna della Libera ad Aquino. “Lui aveva anticipato - ha aggiunto - quello che sarebbe necessario oggi e cioè di essere più coerenti e dire esattamente quello che si pensa. Merce molto rara nel 2015”.

Un ambito premio che rientra nella undicesima edizione degli Juvenaliana creati per rendere omaggio al celebre poeta satirico Decimo Giunio Giovenale, nato ad Aquino intorno al 55 d.C. e vissuto nella Roma di età imperiale. Una figura riportata in auge grazie all’impegno e la passione della Pro loco di Aquino presieduta da Pompeo Pellegrini che - undici anni fa - decise di promuovere una giornata di studi e dibattiti dedicata al grande aquinate. Un evento dall’alto livello culturale che oltre il supporto del Comune, da quest’anno può contare anche sul supporto della Regione Lazio. 

Il nome del procuratore antimafia va ad aggiungersi alla lunga lista di personaggi illustri che nell’ultimo decennio sono stati insigniti dell’ambito premio come Giulio Andreotti, Giovanni Floris, Enrico Mentana, Biagio Santorelli, Corradino Mineo, Edoardo De Crescenzo e Antonio Di Pietro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400