Stasera andrà in scena la finale del 67° Festival di Sanremo: come da tradizione, la più famosa rassegna canora dello Stivale ha fatto appassionare e discutere tutti gli italiani. Con tanto di inevitabili "toto-scommesse" su chi trionferà. E se qualcuno sostiene che la classifica finale venga stilata ben prima dell'atto conclusivo, è pur vero che il Festival ci ha spesso riservato sorprese e colpi di scena. Andiamo dunque a vedere favoriti, papabili e possibili sorprese dell'edizione 2017...

Fiorella Mannoia, a detta di tutti (bookmakers compresi: sì, si scommette anche su questo, cosa credevate?) è la principale candidata alla statuetta del Leone: la sua "Che sia benedetta" ha convinto critici, esperti e semplici appassionati. Attenzione dunque alla grande cantautrice romana, tornata sul palco del Teatro Ariston dopo un'assenza di quasi trent'anni. Chi guadagna posizioni è invece Ermal Meta, cantante di origini albanesi che giovedì ha trionfato nella serata dedicata alle cover con  "Amara terra mia" di Domenico Modugno: la vera sorpresa potrebbe essere proprio lui.

Sarà difficile levare quanto meno il podio a Fabrizio Moro: "Portami via" è un brano convincente e suggestivo, sicuramente da alta classifica. Francesco Gabbani invece, dopo il grande successo ottenuto con "Amen", difficilmente vincerà: eppure, la sua "Occidentali's Karma" è una canzone immmediata e coinvolgente, che si candida a diventare il vero tormentone di questo Festival. Paola Turci viene data come principale indiziata per il Premio della Critica intitolato all'indimenticata Mia Martini grazie a "Fatti bella per te".

Capitolo outsider: Bianca Atzei e Sergio Sylvestre hanno raccolto pareri discordanti (tra cui delle sonore stroncature), ma Sanremo non disprezza le sorprese. Chissà che non riescano a trionfare, magari proprio grazie ai voti del pubblico da casa...