Una notte dedicata all'arte, alla musica, alla poesia, alle arti visive, alla moda, agli acquisti, allo street food, alla bellezza di stare insieme e di condividere l'emozione di guardare la città con gli occhi della notte. Da queste premesse, nasce l'idea della Notte Bianca dello spettacolo, dell'artigianato e del commercio, l'evento che si terrà sabato 21 ottobre, a partire dalle 17.30 fino a domenica mattina presto, a Frosinone. Organizzata dal Comune (con il coordinamento dell'assessorato alle attività produttive), con la direzione artistica di Guglielmo Bartoli e il supporto organizzativo del consigliere Enrico Cedrone e di Davide Paglia, la Notte coinvolgerà diverse aree del capoluogo, dando inoltre l'opportunità agli studenti dell'Accademia di Belle Arti, del Conservatorio "Refice", del "Bragaglia" e dell'"Angeloni" di mostrare, all'intera cittadinanza, il proprio talento e la propria creatività.

A partire dal fulcro centrale, che sarà quello di via Aldo Moro, dodici in tutto saranno le postazioni che diventeranno altrettanti palcoscenici che punteranno i riflettori sull'arte e l'inventiva degli artisti già in cartellone e di tutti coloro che vorranno mettersi in gioco, proponendo al pubblico la propria performance. La prima location sarà allestita in piazzale De Matthaeis e vedrà protagoniste le sette note. La seconda postazione sarà in piazza Cervini: qui, spazio agli artisti di strada e ai clown, alla musica (dal vivo e con dj set), con gran gala finale. I più piccoli saranno i protagonisti della postazione di piazza Fiume, che ospiterà il mercatino dello scambio del giocattolo oltre a spettacoli di arte varia. Nei pressi della rotatoria del Campo Sportivo, balli di gruppo e sfilata di moda dell'"Angeloni"; nella piazza della Sacra Famiglia si esibiranno gli artisti di strada, che faranno visita anche ai bambini, nel pomeriggio, dell'ospedale "Spaziani". L'Accademia di Belle Arti, a palazzo Tiravanti, darà vita a mostre ed estemporanee accompagnate dalla musica dei ragazzi del "Refice", mentre alla Casa della Cultura troveremo all'opera gli studenti del "Bragaglia". Performance e concerti saranno di scena anche al "Refice". Presenti stand enogastronomici e di artigianato. Dalle ore 18 alle 2.30 il trasporto sarà assicurato, in modo gratuito, dalle navette.