La comicità e la grande musica italiana di scena al teatro romano ai piedi dell'abbazia. Quattro serate evento - nell'ambito del cartellone di Cassino Arte - che promettono di catturare la simpatia del pubblica e di regalare emozioni come non se ne vedevano da tempo.

Il primo appuntamento sarà quello in scena domani sera quando salirà sul palcoscenico allestito nell'area più antica e suggestiva della città martire il comico romano Maurizio Battista. Uno spettacolo che mostrerà ai cittadini una fotografia dell'Italia attuale tra scandali e bellezze. Una nazione tanto bella quanto controversa. Un quadro difficile da realizzare e che potrebbe sembrare poco comico. Ma lui, Maurizio Battista, è un attento osservatore della realtà che porta sui palcoscenici d'Italia, condita da pungente umorismo misto a dosi di leggerezza. Sarà il cabarettista, attore e comico romano Maurizio Battista ad aprire una quattro giorni che si basa proprio sulla comicità, sulla grande musica italiana guardando, però, anche alla solidarietà e al mondo del terzo settore. Protagonista di spettacoli di primissimo livello sulle reti Rai e Mediaset, apprezzato attore in commedie campioni di incasso, ora si prepara a far ridere anche la platea di Cassino.

Un pubblico che potrà vedere, sentire, assaporare e vivere i tanti colori delle emozioni. E dalla comicità accattivante si passerà alla musica di venerdì sera. In questo caso a calcare il palcoscenico sarà il "professore", colui che scrive testi capaci di creare fibrillazioni al cuore di adulti e ragazzi, uomini e donne. Le sue canzoni sono poesie che raccontano spaccati dell'amore che ogni persona ha vissuto e vive nelle proprie storie. Una ricerca costante della contemporaneità del sentimento unico e irrazionale che unisce due persone. Roberto Vecchioni salirà sul palcoscenico per raccontarsi e donarsi ancora una volta al pubblico. Un intenso viaggio in cui il cantautore milanese racconterà scampoli di storie di vita: la sua, quella più intima e personale, quella di ciascuno di noi, tenuta in piedi dall'u n ico filo conduttore della nostra esistenza: l'amore. Tante le canzoni che saranno interpretate e proposte in una nuova chiave, dalla indimenticabile "Samarcanda" a "Luci a San Siro", da "Figlia" a "Ninni". Ma nel corso dello spettacolo non mancherà anche un momento dedicato a "Chiamami ancora amore" con cui ha trionfato al Festival di Sanremo nel 2011, conquistando il primo posto e il premio della critica "Mia Martini".

Spazio alla musica, alla comicità, ma anche alla solidarietà. Sarà quello in programma sabato sera con Giobbe Covatta. Il dissacrante comico pugliese ma napoletano d'adozione che, con i suoi racconti (molti dei quali tratti da storia vere), porta sui palcoscenici d'Italia la voglia di riscatto di un mondo che arranca. Passaggi comici inframmezzati dalla volontà di far conoscere i diritti dei bambini riconosciuti dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, per promuovere una cultura di rispetto, di pace e di eguaglianza. Ci sarà da ridere, e da riflettere, quindi, nella serata con il comico meridionale, testimonial di Amref e Save the Children.

E, sulla stessa scia, anche l'ultimo dei quattro speciali appuntamenti che si svolgerà domenica con Enzo Avitabile: la sua musica concluderà la rassegna nata da una intuizione di The Partners che ha voluto con questa quattro giorni coniugare le aspettative e le esigenze di un vasto pubblico. Una rassegna che vuole divertire e incantare ma anche aprire lo sguardo sul mondo. Quattro serate speciali attraverso le quali sarà possibile aiutare le persone meno fortunate. Anche in questo caso un euro per ogni biglietto venduto sarà devoluto all'associazione cittadina "Sosteniamo" che, attraverso borse di studio, aiuterà decine di famiglie meno abbienti della città a provvedere all'istruzione dei propri ragazzi. Un modo speciale e molto emozionante per aiutare le persone meno fortunate.