Valorizzare l'attività artistica dei giovani talenti che animano gli Istituti italiani di alta formazione musicale. E anche quest'anno il "Festival Nazionale ed Europeo dei Conservatori in musica, Città di Frosinone" ha centrato il suo obiettivo. Quindici gruppi musicali, provenienti dai conservatori di tutta Italia, che si sono sfidati sul palco di piazzale Vittorio Veneto. E la città ha risposto positivamente: in questi quasi quindici giorni di Festival si è registrato il tutto esaurito.

Una manifestazione però che sta per chiudere i battenti. Con l'esibizione domani sera dell'ultimo gruppo in gara i "Bada Bada" il concorso può considerarsi concluso. Domenica la premiazione dei vincitori. Ma con una novità. I tre gruppi in testa alla classifica si sfideranno domenica davanti ad una giuria esperta, selezionata proprio per l'occasione che avrà l'arduo compito di giudicare ed assegnare la vittoria a chi avrà raggiunto il maggior punteggio.

Intanto cresce l'attesa per l'arrivo a Frosinone di Stefano Reali, regista, musicista, sceneggiatore e produttore ciociaro, che sabato, ospite del Festival, eseguirà con la sua band, in piazzale Vittorio Veneto, un racconto-concerto sulla musica di George Gershwin. Stasera intanto saliranno sul palco gli Hindustani Sangeet del conservatorio "Arrigo Pedrollo" di Vicenza. Il gruppo composto da Arianna Meneghini, Riccardo Meneghini, Angelo Sorato, proporrà un repertorio di musica classica strumentale indostana, nello specifico per flauti, bansuri e tabla.

Ospiti della manifestazione questa sera i vincitori dell'edizione dello scorso anno, il gruppo di Berlino "Jazz aus Berlin", (che non parteciperanno al concorso), composto da Regis Molina al sax, Thanos Karakantas al basso, Davide Marafioti alla batteria e suo padre Antonello Marafioti alle tastiere.