Prosegue con una grande serata di musica internazionale la trentaduesima edizione di "Atina Jazz Festival". In Piazza Marconi, dalle 21 (il prezzo al botteghino è di 15 euro), si esibirà il duo formato dalla pianista cubana Marialy Pacheco e il trombettista tedesco Joo Kraus.

Nata a L'Avana e cresciuta in una famiglia di musicisti, Marialy Pacheco ha subito mostrato le sue innate doti al pianoforte, che le hanno permesso – unica donna finora – di vincere il prestigioso "Montreux Solo Piano Competition" nel 2012, uno dei massimi riconoscimenti per i virtuosi dello strumento. Per la sua grande capacità espressiva e comunicativa, la Pacheco ha convinto pubblico e addetti ai lavori, che attualmente la considerano come uno degli artisti più influenti nel vasto panorama del jazz dalle sfumature latino-americane. Nel suo ultimo lavoro, "Duets", Marialy Pacheco ha collaborato con Hamilton de Holanda, Omar Sosa, Miguel Zenon, Rhani Kirja, Max Mutzke, e appunto, Joo Kraus.

Il trombettista, navigato uomo di palcoscenico, accompagnerà la pianista in un dialogo musicale colto e affascinante, fatto di sperimentazioni e improvvisazioni inaspettate, che coinvolgeranno gli spettatori. Il concerto di stasera si inserisce perfettamente nell'idea di Festival pensata dal direttore artistico Antonio Pascuzzo, «una rassegna di suoni dal mondo, che tenga vivo lo scambio tra Atina e le istanze provenienti da altre realtà, anche lontane», come dimostrato nell'anteprima all'interno del chiostro del Bramante dell'Abbazia di Montecassino, con l'esibizione del siriano Aeham Ahmad.

"Atina Jazz Festival" continuerà domani con l'attesa esibizione di Mafalda Arnauth, che dopo la scomparsa di Amalia Rodrigues, è la nuova ambasciatrice del fado. Nata a Lisbona nel 1974, Mafalda Arnauth è oggi riconosciuta unanimemente come una delle più grandi interpreti del fado portoghese, ha pubblicato otto album e si è esibita in tutto il mondo. Giovedì sarà la volta di Matthew Lee, esuberante showman, vero acrobata dello strumento, già noto per le sue apparizioni televisive.

Il 21 luglio, ultima serata con il contrabbasso di Ferruccio Spinetti e la voce di Petra Magoni, non una novità ad Atina, ma un graditissimo ritorno. La manifestazione, nel primo weekend di agosto, offrirà altre due date a Picinisco e Posta Fibreno, per due serate particolari, da vivere in contesti paesaggistici che esalteranno la musica e regaleranno emozionanti cartoline della Valcomino.