Secondo appuntamento questa sera con la rassegna musicale in corso di svolgimento a Veroli in piazza Santa Salome. Alle 21.30 sarà la volta di PietrArsa in "Orchestra Tammorre e Putipù". Pietrarsa è il nome della pietra lavica del Vesuvio ma è anche il nome del luogo, vicino Napoli, dove i Borbone decisero di impiantare le officine che costruivano le locomotive che viaggiavano sulla prima linea ferroviaria italiana, la Napoli-Portici.

È un gruppo formato da musicisti impegnati da molti anni in un rapporto attivo con le musiche etniche del meridione d'Italia e del Mediterraneo, nonché con i linguaggi e le sonorità più stimolanti della World Music internazionale. Il progetto discografico e di spettacolo dal vivo comprende l'esecuzione tanto di brani della musica popolare (tammurriate, tarantelle e pizziche). I PietrArsa partono proprio da quelle radici arcaiche della musica rurale per aprirsi ad un folk postmoderno, libero dalle maglie della riproposizione filologica e aperto alle contaminazioni della world music.