Quest'anno è stata dura, ma alla fine, dopo qualche intoppo e un rinvio, la data dello Zaiet Fest ha l'ufficialità. Si svolgerà il 30 luglio. Oltre alla gioia per aver confermato la quinta edizione del festival metal ciociaro, che va in scena sempre nel periodo estivo ed è a scopo interamente benefico, c'è lo stupore dei tanti giovani appassionati per il nome del gruppo che chiuderà l'evento: la formazione è di fama mondiale e da anni sulla cresta dell'onda. Si tratta dei milanesi Lacuna Coil, tra i maggiori esponenti della corrente gothic metal.

Risulta innegabile, quindi, il salto di qualità che lo Zaiet Fest è riuscito a compiere da quando, nel 2013, il concertone venne alla luce nel piazzale dello Stadio Casaleno. Cambierà solo la location, che stavolta sarà piazza Sandro Pertini, rimanendo intatto lo spirito che ha dato vita all'iniziativa e soprattutto il suo carattere gratuito. La folla potrà assistere all'esibizione dei Lacuna Coil senza sborsare un centesimo, pur sapendo che, per godere dello Zaiet, è indispensabile assimilarne l'anima.

L'anima di un progetto nato per ricordare Matteo Fontana (ragazzo morto nel 2013 a causa della leucemia) e per portare avanti la lotta alle malattie del sangue, attraverso una tenace attività di beneficenza. A tal proposito, anche in questa quinta edizione verrà chiesta agli spettatori una donazione simbolica e, sul palco, sarà presentato l'assegno con le risorse già disponibili, che andranno a supportare le realtà attive nella ricerca onco-ematologica. Tra i tanti traguardi raggiunti dalla Onlus "Zaiet Matteo Fontana", ricordiamo ad esempio il contributo di 9.000 euro all'associazione per la vita "Carlo Donfrancesco", utile a finanziare, nell'Ospedale Spaziani di Frosinone, uno studio sul trapianto eterologo di cellule staminali, attuato direttamente nel reparto onco-ematologico del nosocomio. Molto interessante anche quanto è stato fatto nella prima edizione, quando le donazioni sono servite a edificare "La casa di Davide", una struttura permanente che ospita i familiari dei malati ricoverati nel reparto onco-ematologico del "Bambin Gesù".

La rassegna, l'unico evento dedicato al genere che ci sia nel capoluogo, vede l'alba nel 2013. A seguito della tragica morte di Matteo, i suoi amici e la famiglia decidono di creare l'associazione onlus "Zaiet Matteo Fontana". Attraverso l'associazione gli iscritti si impegnano nella ricerca scientifica e nel supporto alle famiglie dei malati. Ovviamente, la onlus sicaratterizza peressere l'ideatrice e organizzatrice del festival metal (la musica preferita di Matteo), che è utile a raccogliere i fondi che puntualmente vengono donati. I ragazzi dello Zaiet hanno già realizzato molto tramite la loro attività filantropica, contribuendo all'implementazione di importanti progetti e vogliono continuare a farlo, non curante delle difficoltà e della crisi.

I cancelli si apriranno alle 18. Alle 18:30 toccherà ai Blodiga Skald (che si sono guadagnati il live vincendo l'apposito contest) scaldare gli animi. Alle 19:30 saliranno sul palco i Sawthis; alle 20:45 fari puntati sull'assegno di beneficenza, con la comunicazione della cifra raccolta e dei suoi destinatari. Subito dopo l'intervento di alcuni medici ematologi e poi, finalmente, alle 21, il concerto dei Lacuna Coil. Mai lo staff dello Zaiet Fest si è confrontato con la gestione di un live di taler ilievo, ospitando un gruppo di caratura internazionale. «È la dimostrazione che siamo cresciuti, che la scena si fida di noi e che i rapporti che abbiamo curato in questi primi cinque anni sono stati proficui», dicono i rappresentanti.

I passi avanti, in effetti, si erano visti con l'esibizione di importanti band come gli Extrema nel 2015 e dei finlandesi Korpiklaani l'anno scorso. La metal band guidata dalla nota cantante Cristina Scabbia, nasce a Milano nel 1994 su impulso del vocalist Andrea Ferro (seconda voce del gruppo). Nel 2002, con l'album "Comalies", i Lacuna Coil si consacrano al grande pubblico, ottenendo quella fama che crescerà progressivamente di anno in anno. Il disco contiene singoli molto conosciuti come Heaven's a Lie e Swamped. Il successo continua con "Karmacode", disco del 2006 che si piazza al primo posto nella classifica di Mtv. Nell'ultimo album, il concept "Delirium" del 2016, i Lacuna Coil mostrano uno stile arricchito da influenze Djent e Alternative, suscitando ancora un grande interesse a livello mondiale. La formazione è attualmente sotto contratto con l'etichetta Century Media Records e il 30 luglio suonerà per la prima volta nel capoluogo, regalando ai fan un'esperienza indimenticabile, a tutti coloro che forse mai avrebbero sperato di vederli
esibire in provincia.